«L’oggettiva rilevanza culturale che il Cristianesimo oggi assume per l’Islam, e viceversa» al centro del saluto che il cardinale Angelo Scola ha inviato al IX Incontro internazionale del Comitato scientifico della Fondazione Oasis, in corso a Tunisi

scola_cesano_maderno

A Tunisi, oggi e domani, è in corso di svolgimento il IX Incontro internazionale del Comitato scientifico della Fondazione Oasis: al centro della riflessione il tema “La religione in una società in transizione. Come la Tunisia interpella l’Occidente”.

In apertura dei lavori l’Arcivescovo di Milano, cardinale Aneglo Scola, ha inviato un videomessaggio – di cui alleghiamo il testo scritto on line sul sito della Fondazione Oasis -, nel quale evidenzia «l’oggettiva rilevanza culturale che il Cristianesimo oggi assume per l’Islam, e viceversa», ribadendo la convinzione già espressa da Benedetto XVI secondo cui il dialogo tra credenti «è una necessità vitale».

Durante l’incontro si studierà appunto il “caso tunisino”, il dibattito sulla nuova Costituzione e i fermenti della sua dinamica società civile, per comprendere dal di dentro gli eventi e i fattori che stanno mutando il volto di alcuni Paesi dell’Africa del Nord e per capire in che misura e come questi fatti riguardino anche i vicini arabi, gli altri Paesi a maggioranza musulmana e tutto l’Occidente. I lavori vedono la partecipazione di esperti cristiani e musulmani provenienti da tutto il mondo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi