Giunto alla decima edizione, ha per tema “Una famiglia tra due mondi: sogni, speranze, dubbi e rimpianti di una famiglia migrante”

immicreando

È giunto alla sua decima edizione il concorso di scrittura per stranieri “Immicreando 2012”. Un modo concreto per confermare che l’integrazione è possibile e può essere riconosciuta anche mettendo alla prova gli immigrati nell’arte dello scrivere. E naturalmente premiare i migliori!

Nell’anno in cui si tiene a Milano l’Incontro mondiale delle famiglie il tema è quasi d’obbligo: “Una famiglia tra due mondi: sogni, speranze, dubbi e rimpianti di una famiglia migrante”. Il concorso è rivolto a stranieri che dovranno presentare opere di narrativa inedite, scritte in lingua italiana in forma di racconto. Il concorso è aperto a tutti, senza limiti di età, appartenenza nazionale, sociale, religiosa e la partecipazione è gratuita. L’autore del lavoro dovrà spiegare la particolare condizione di chi vive il presente nel nuovo Paese d’arrivo, di chi vuole costruire un futuro migliore per sé e per i propri figli, di chi continua a vivere gli affetti e le tradizioni del Paese d’origine. Un racconto che parli quindi dei sogni e delle speranze, ma anche dei dubbi e delle rinunce, compiute per crescere la propria famiglia in una nuova comunità.

Ogni autore può proporre un solo testo, che non dovrà superare le 10.000 battute (spazi inclusi). Lo scritto deve essere inedito, dattiloscritto o stampato a computer e spedito a: Immicreando – Concorso di scrittura, Ufficio per la Pastorale dei Migranti, piazza Fontana 2 – 20122 Milano; oppure all’indirizzo di posta elettronica: migranti@diocesi.milano.it. Il testo deve arrivare entro il 15 aprile 2012 e farà fede il timbro postale. Insieme allo scritto, devono essere inviati i dati identificativi dell’autore (nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo di posta elettronica) e una dichiarazione di autenticità del testo (autocertificata), rilasciata sotto la propria responsabilità. Il testo inviato al concorso non sarà restituito.

Saranno premiati tre racconti, scelti da una giuria di esperti, che stabilirà l’ordine dei primi tre classificati. Inoltre la giuria si riserva il diritto di premiare i lavori più meritevoli e il suo giudizio è insindacabile. Per i tre vincitori sono previsti i seguenti premi in denaro: 1.000 euro al 1° classificato; 600 euro al 2° classificato e 400 al 3° classificato. La premiazione avverrà nel corso del VII Incontro mondiale delle famiglie, che si terrà a Milano dal 30 maggio al 3 giugno (la data precisa sarà comunicata nei prossimi mesi). Inoltre è prevista la consegna di una targa di riconoscimento per eventuali altre opere particolarmente meritorie, scelte dalla giuria. La partecipazione al concorso comporta la totale accettazione del presente regolamento e l’automatica cessione a titolo gratuito dei diritti per la pubblicazione del testo presentato.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi