L’annuncio in Diocesi in una Lettera del cardinale Dionigi Tettamanzi dal titolo “Benedetto Colui che viene nel nome del Signore”. Anche l’Arcivescovo eletto ha rivolto per iscritto il suo primo “Saluto a Milano”

Angelo Scola

Martedì 28 giugno, alle 12, il cardinale Dionigi Tettamanzi ha annunciato alla Curia che il cardinale Angelo Scola, finora Patriarca di Venezia, è stato nominato Arcivescovo di Milano da Papa Benedetto XVI. L’annuncio è stato dato in contemporanea anche nella Diocesi di Venezia e in Sala Stampa Vaticana. Il cardinale Tettamanzi ha indirizzato ai fedeli ambrosiani una Lettera dal titolo “Benedetto Colui che viene nel nome del Signore”. Anche l’Arcivescovo eletto ha voluto rivolgere per iscritto il suo primo “Saluto a Milano”.
In allegato – oltre a questi testi, alla cronaca dell’annuncio in Curia, alla biografia del cardinale Scola, alla Lettera del Nunzio apostolico in Italia e al Decreto della Congregazione dei Vescovi -, il comunicato alla Diocesi del Vicario generale. Monsignor Carlo Redaelli spiega che il Papa ha nominato il cardinale Tettamanzi Amministratore apostolico e che quindi egli continuerà nel governo pastorale della Diocesi fino alla presa di possesso del successore: in questa veste il cardinale Tettamanzi ha confermato le potestà e le facoltà di cui godevano i Vicari episcopali non Vescovi ausiliari, mentre i Vescovi ausiliari conservano gli uffici di Vicari generali o episcopali anche durante la sede vacante. Il comunicato, infine, riporta anche le invocazioni da inserire nella preghiera dei fedeli delle messe di domenica 3 luglio.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi