In Basilica ciclo di incontri e meditazioni che si concluderà il 30 marzo con le note di Haydn e il commento al Vangelo dell'Abate monsignor Erminio De Scalzi

Basilica S. AMbrogio

I Venerdì di Quaresima sono un appuntamento importante per la parrocchia di Sant’Ambrogio e per tutta la città di Milano. Anche quest’anno, in Basilica, si terrà un ciclo di incontri sul tema della fede, con un relatore diverso ogni settimana. Il primo appuntamento sarà venerdì 2 marzo, alle 21, con l’intervento di don Davide Caldirola, parroco a Milano, sul tema «La fede di tutti i giorni. “Rendete ragione della speranza che vi abita” (1 Pietro 3,15)».

Seguiranno, ogni venerdì alle 21, gli altri interventi. Il 9 marzo don Tullio Proserpio (cappellano dell’Istituto dei Tumori di Milano) parlerà su «La fede nel tempo della prova. “Signore, non ti importa che moriamo?” (Marco 4,38)». Il 16 marzo sarà la volta di Aldo Maria Valli (giornalista e scrittore), che interverrà su «La fede in famiglia. “Maria e Giuseppe si recavano tutti gli anni a Gerusalemme per la festa di Pasqua” (Luca 2,41)». Il 23 marzo il relatore sarà Enzo Bianchi, priore del Monastero di Bose, che tratterà l’argomento «Da praticanti a credenti. “Che mi importa dei vostri sacrifici?” (Isaia 1,11)».

Come di consueto, il 30 marzo, ultimo venerdì prima della Settimana Santa, sarà proposto un concerto su Le sette ultime parole di Cristo sulla croce di Franz Joseph Haydn, con l’Orchestra d’archi “Antonio Vivaldi” di Venezia, diretta dal maestro Susanna Pescetti, con lettura e commento di un brano del Vangelo da parte di monsignor Erminio De Scalzi, Abate di S. Ambrogio.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi