Alle 11 nella chiesa di Santa Maria della Sanità la Messa nella festa del monaco elevato agli altari da Paolo VI

Santa Maria della Sanità (foto Giovanni Dall'Orto)
La chiesa di Santa Maria della Sanità (foto Giovanni Dall'Orto)

Domenica 21 luglio, alle 11, nella chiesa di Santa Maria della Sanità a Milano (via Durini 10), l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini, presiede una celebrazione eucaristica con la Comunità maronita nella festa di San Charbel Makhluf, monaco taumaturgo del XIX secolo, elevato agli altari da Paolo VI.

La Chiesa maronita (la più grande Chiesa cattolica di rito orientale) è nata nel IV secolo dalla comunità riunitasi attorno al monaco Maroun (poi San Marone) ad Antiochia, nel nord del Libano, e da sempre è unita alla Chiesa di Roma. Il legame tra la Comunità maronita a Milano e i fedeli ambrosiani è molto stretto da quando, nel 2012, il cardinale Angelo Scola affidò a don Assaad Saad la chiesa di Santa Maria della Sanità.

La conoscenza reciproca e la partecipazione all’Eucaristia sono favorite dalla somiglianza del rito cristiano-maronita (il più semplice tra quelli orientali) a quello cattolico. Tra le particolarità c’è l’utilizzo dell’aramaico (la lingua di Gesù) nelle formule d’invocazione dello Spirito Santo sul pane e il vino e nella consacrazione. Alcune parti della Messa sono in arabo, e questo porta la Comunità maronita a essere la parrocchia di tutti i cristiani di origine medio-orientale presenti in città (iracheni, siriani, turchi…).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi