Invitate le persone dai 18 ai 30 anni che desiderano interrogarsi su diversi aspetti della vita (ecclesiali, culturali e civili), raccogliendo la sfida di una rilettura della realtà alla luce del Vangelo

di Luisa BOVE

Giovani

Nei prossimi giorni inizieranno quattro dei 12 Laboratori diocesani, rivolti a giovani dai 18 ai 30 anni, «proposti per condividere una ricerca personale e comunitaria su aspetti della vita e della cultura contemporanea alla luce della fede». Per partecipare occorre iscriversi inviando un modulo al Servizio giovani di Pastorale giovanile (da scaricare da www.chiesadimilano.it/pgfom); ogni Laboratorio è gratuito e si svolge in date e luoghi differenti, si dovrà quindi fare attenzione alla scelta al momento dell’iscrizione.

«Nell’Anno della fede – dicono gli organizzatori – vogliamo rilanciare i Laboratori con una proposta più ampia e articolata in quattro aree: gli orizzonti della fede, le scelte della fede, le radici della fede e la testimonianza della fede». Ogni area prevede tre laboratori offrendo un’ampia gamma di temi e approfondimenti: da quelli ecclesiali e spirituali, passando dai culturali, fino al volontariato e al servizio. «Rivolgiamo a tutti i giovani della diocesi l’invito a scegliere uno di questi Laboratori per crescere nella fede, per mantenere viva la ricerca sul mondo e sulla loro identità, sul loro presente e sul loro futuro, sul rapporto con gli altri e con la società civile».

In particolare il 20 ottobre partirà il Laboratorio “Una vita non basta. Santità e missione”, che si terrà il sabato pomeriggio presso il Seminario di Seveso su alcune figure significative come Teresa di Lisieux, monaca carmelitana, e padre Clemente Vismara, missionario del Pime. Al via anche il Laboratorio “Educarsi all’amore”, che inizierà domenica 21 ottobre al mattino sempre a Seveso, con un percorso messo a punto dalla Fondazione Camen e dal Servizio per la Famiglia. Di particolare interesse anche il Laboratorio che si terrà a Milano il martedì e il sabato (inizio il 30 ottobre) dal titolo “Europa: radici e futuro. Conoscere meglio l’Unione europea per progettare il futuro”. Si parlerà dei diritti fondamentali della Carta, delle politiche occupazionali e altro ancora. Sempre il 30 ottobre ci sarà anche il primo incontro del Laboratorio “Accanto all’altro: gratis!” che si terrà a Milano presso la sede della Caritas Ambrosiana (via S. Bernardino 4). Sarà un percorso nel mondo del volontariato, sulle motivazioni e lo stile del volontario, ma non mancheranno anche proposte concrete. Nei prossimi mesi e nel 2013 si terranno anche altri Laboratori su temi come l’etica e la bioetica, la disabilità, l’economia e la globalizzazione, la fede e la libertà, anche in vista dell’anniversario dell’Editto di Costantino del 313 d.C…

I Laboratori sono preparati e organizzati con cura da équipes di esperti e persone competenti che già operano all’interno di realtà diocesane o che comunque collaborano mettendo a disposizione le loro competenze. Gli incontri non sono solo occasione di approfondimento, ma anche di confronto e dibattito su temi fondamentali che interrogano i giovani di oggi, che diventeranno gli uomini e le donne di domani. La proposta è rivolta a tutti, non solo a coloro che frequentano la parrocchia o i gruppi giovanili, ma anche a chi – accettando la sfida – vuole rileggerle la realtà e le grandi questioni alla luce del Vangelo.

Info: Pastorale giovanile, via S. Antonio 5, Milano (tel. 02.58391330; giovani@diocesi.milano.it).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi