Iniziativa al Padiglione della Santa Sede in Expo, realizzata con la collaborazione di Dolci di Lissone. Il caratteristico dolce milanese a chi effettuerà un’offerta minima di 2 euro per i profughi in Giordania

profughi

“Tra due mesi è Natale: fai un regalo a chi lo passerà nei campi profughi della Giordania”. Con questo slogan domenica 25 ottobre saranno distribuiti 2 mila panettoni solidali davanti al Padiglione della Santa Sede a Expo Milano 2015.

Le offerte (da un minimo di due euro) si aggiungeranno agli oltre cento mila euro già raccolti dal Padiglione della Santa Sede a favore dei giovani profughi in Giordania nella campagna realizzata nei sei mesi dell’esposizione in collaborazione con il Pontificio Consiglio della Cultura e “Cor Unum”. Nello specifico, la somma sosterrà le spese scolastiche di 1.750 bambini e ragazzi in età scolare, profughi in diverse aree della Giordania in arrivo dalle zone di guerra dell’Iraq, Mosul e la piana di Ninive: cristiani, musulmani e yazidi in fuga dalle violenze dello Stato islamico che controlla le regioni da cui sono fuggite le loro famiglie.

L’emergenza immigrazione che da mesi preoccupa l’Europa è ancora più grave nei paesi vicini alla Siria e all’Iraq in guerra. Il conflitto dal 2011 ha causato oltre 200 mila morti secondo i numeri delle Nazioni Unite e 4,1 milioni di persone hanno lasciato la Siria. La Turchia da sola ospita 1,9 milioni di persone, il piccolo Libano 1,1 milioni su quattro milioni di abitanti, in Giordania ci sono 600 mila profughi. Un accordo siglato nel 2014 tra il governo Giordano e la Caritas locale, ha consentito ad oltre 7.500 siriani di essere accolti sotto la responsabilità diretta di Caritas Giordania.

I panettoni solidali da 100 grammi distribuiti dal Padiglione della Santa Sede in Expo sono offerti dalla pasticceria di Lissone “Dolci”

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi