Per monitorare i flussi in particolare nell’ambito delle operazioni di chiusura della Cattedrale, la Veneranda Fabbrica ha chiesto alla Questura di affiancare ai propri addetti personale delle Forze dell’ordine

Duomo

Così come già accade per il controllo degli accessi in entrata al complesso monumentale del Duomo di Milano, la Veneranda Fabbrica, consapevole del momento delicato che stiamo vivendo – non solo alla luce dei fatti che hanno toccato ieri la Francia, colpendo per la prima volta un segno della cristianità in Europa -, ritiene indispensabile estendere il concorso della Pubblica Sicurezza nell’attuare un monitoraggio approfondito anche dei flussi in uscita, in particolare nell’ambito delle operazioni di chiusura della Cattedrale.

Nella giornata di mercoledì 27 luglio, la Veneranda Fabbrica ha chiesto ufficialmente alla Questura di Milano che anche per le operazioni di bonifica e di chiusura dell’intero complesso, gli addetti incaricati dall’Ente che svolgono un’attività di custodia e di accoglienza a fedeli e visitatori, ma che non possiedono le competenze professionali necessarie per aspetti relativi alla sicurezza, né possono svolgere compiti di polizia, siano affiancati dal personale delle Forze dell’ordine assegnato alla tutela del Monumento, essendo altresì questo un aspetto riguardante il mantenimento dell’ordine pubblico in città.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi