Tra le iniziative quaresimali anche un incontro con Claudia Nodari, presidente nazionale San Vincenzo

di Luigi MEANI

Il Duomo di Monza

È una stagione in salita, quella che stiamo attraversando. Crescono le disuguaglianze sociali e questo divario è la più grande preoccupazione per chi opera nel mondo del sociale e della carità. Nascono interrogativi complessi e importanti, sempre più strutturati, sulle reali capacità della nostra società di garantire e replicare il benessere conquistato dai nostri padri. Per molti, purtroppo, la vita non offre scenari incoraggianti. Tutti, in qualche modo, avvertiamo di essere pienamente inseriti in una fase discendente, verso livelli e stili di vita lontani da quelli di qualche decennio fa.

È importante notare come anche la solidarietà non riesca a “mordere” come vorrebbe queste pesanti difficoltà, forse perché non sufficientemente attrezzata, da un punto di vista sia culturale, sia spirituale. Gli attori della solidarietà si trovano sempre più nella situazione di dover rincorrere il bisogno per offrire chances che cerchino quantomeno di tamponare le numerose e articolate situazioni di bisogno.

Partendo da queste considerazioni, i volontari e gli operatori della carità rilanciano l’invito alla solidarietà, quella vera, meditata e realizzata con progetti virtuosi e non fondata solo sull’assistenzialismo. Quello a “farsi prossimo” è un appello ancora più attuale in un periodo di crisi economica come quello che attuale, ed è rivolto senza distinzione sia alle comunità cristiane, sia a tutta la cittadinanza.

Sono queste le principali questioni che ispirano e motivano l’organizzazione della Settimana della Carità a Monza, tradizionale appuntamento promosso da Caritas e San Vincenzo, che si svolge durante la prima settimana di Quaresima.

L’invito è proprio quello della solidarietà per continuare a “Perseverare in tempi difficili”. Su questo tema, la sera dell’1 marzo, presso la parrocchia Sacro Cuore di Triante (via Vittorio Veneto), interverrà Claudia Nodari, presidente nazionale della San Vincenzo.

Ecco il programma completo.

Lunedì 27 febbraio, ore 21, chiesa di San Pietro Martire a Monza: Veglia di preghiera con l’Arciprete monsignor Silvano Provasi, dal titolo “Caritas: 40 anni di impegno caritativo. Preghiere e riflessioni”

Giovedi 1 marzo, presso l’Auditorium della parrocchia Sacro Cuore (via Vittorio Veneto): incontro-dibattito sul tema “Riflessioni sulla carità in tempi difficili”; intervengono Giuseppe Colombo, San Vincenzo Monza (“Solidarietà che diventa Storia a Monza”), Stefano Buzzi, segreteria Politiche sociali Cisl Brianza (“Siamo più poveri?”) e Claudia Nodari, presidente Nazionale San Vincenzo (“Perseverare in tempi difficili”); nella serata sarà presentato il progetto “Obolo della Vedova, Mille famiglie per cento progetti”, una proposta concreta di solidarietà che continua l’opera del Fondo Famiglia Lavoro. Presenta Emanuele Patrini della Caritas di Monza, conduce Fabrizio Annaro.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi