Tra le novità dell'edizione 2021 (69ma per Milano, 34ma per la Diocesi) la Fom lancia la categoria riservata a gruppi di adolescenti o preadolescenti. Iscrizioni online entro il 21 dicembre, premiazioni in presenza il 16 gennaio

Presepe

La realizzazione di un presepe ha una valenza educativa, non solo per il messaggio che consegna a chi lo ammira, ma per il valore di trasmissione di un’arte da una generazione a un’altra. Con questa convinzione la Fom lancia anche per il Natale 2021 il Concorso presepi, giunto alla 69ma edizione per la Città di Milano e alla 34ma per la Diocesi.

Le categorie del Concorso

Al Concorso possono partecipare:

– famiglie (con minori che abbiano contribuito alla loro realizzazione)
– scuole (dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado)
– oratori
– parrocchie
– gruppi di preadolescenti o di adolescenti (nelle vesti di realizzatori principali).

Quest’ultima categoria è una novità. In effetti la Fom punta a valorizzare in particolare il coinvolgimento di ragazzi e ragazze di ogni fascia d’età: fra i presepi costruiti in casa saranno premiati solo quelli costruiti per la maggior parte dai minori, assistiti da qualche adulto, mentre in oratorio si chiede la partecipazione diretta dei ragazzi o interi gruppi, magari debitamente “istruiti” attraverso l’aiuto di laboratori specifici.

Come partecipare al Concorso

La partecipazione al Concorso è libera e gratuita, previa l’iscrizione online attraverso i moduli disponibili su questa pagina entro e non oltre martedì 21 dicembre. Entro il 4 gennaio i presepisti iscritti dovranno inviare via WhatsApp al numero 389.5939631 un massimo di quattro foto del proprio presepe e un breve video della durata massima di 30 secondi, che mostra l’insieme dell’opera e alcuni particolari, anche con una possibile descrizione vocale o didascalia. Foto e video dovranno essere corredate del nome del partecipante, categoria e contatto telefonico.

Tra i criteri di valutazione della Commissione esaminatrice, oltre appunto al coinvolgimento diretto dei ragazzi nella realizzazione del manufatto, rientrano la creatività e il messaggio specifico racchiuso nel presepe. Sarà poi posta attenzione alle regole tradizionali di un presepe costruito ad arte: la rilevanza data alla Natività, il rispetto delle proporzioni, il realismo, l’utilizzo di materiali originali o di riciclo, gli effetti luminosi, di movimento e visivi.

La premiazione del Concorso

I vincitori verranno contattati telefonicamente a partire dal 10 gennaio. La premiazione avrà luogo domenica 16 gennaio, dalle 15 alle 17, nella tradizionale “Festa dei presepi” che, salvo diverse indicazioni, si terrà in presenza presso la sede della Fom in via Sant’Antonio 5 a Milano. Per ogni categoria verranno assegnati dalla Commissione diocesana i premi per la Città di Milano e i premi diocesani e sarà resa nota la classifica.

Diversi oratori – e non solo – organizzano concorsi sul proprio territorio. Anche quest’anno la Fom prevede un premio per il “Vincitore dei vincitori” dei diversi concorsi promossi in Diocesi. Ogni realtà organizzatrice di un proprio concorso dovrà iscriversi entro il 21 dicembre e inviare entro e non oltre il 7 gennaio la locandina del concorso, il regolamento, il nominativo, la foto e un breve video del presepe vincitore.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi