L’annuncio del portavoce vaticano padre Lombardi. Questa mattina la settima Congregazione generale, alla presenza di tutti i 115 cardinali elettori

Cardinali_Congregazioni
Città del Vaticano 4 Marzo 2013 - Aula Nuova del Sinodo I cardinali elettori presenti a Roma si riuniscono per la 1a Congregazione Generale in preparazione del Conclave nella Cappella Sistina Vatican City March 4, 2013 - New Synod Hall The cardinals present in Rome are meeting for the first General Congregation in preparation for the conclave in the Sistine Chapel

«Si può prevedere nella giornata di oggi, nella Congregazione generale del pomeriggio, la votazione sul giorno d’inizio del Conclave»: così padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa della Santa Sede, nel briefing di oggi. Padre Lombardi ha annunciato ai giornalisti che alle 19, al termine dell’ottava Congregazione generale, ci sarà un comunicato ufficiale a riguardo. Nella settima Congregazione, questa mattina, erano presenti 153 porporati e tutti e 115 i cardinali elettori.

Il Collegio dei cardinali, secondo quanto stabilito dalla Universi Dominici Gregis, ha dovuto riconoscere il motivo per cui due cardinali elettori non saranno presenti al Conclave: «I porporati hanno accettato i loro motivi», ha reso noto padre Lombardi a proposito del primo atto della Congregazione odierna, grazie al quale si è potuto poi ricorrere al n. 37, che nella formulazione modificata del Motu Proprio Normas nonnullas di Benedetto XVI suona così: «Ordino che, dal momento in cui la sede apostolica sia legittimamente vacante, si attendano per quindici giorni interi gli assenti prima di iniziare il Conclave; lascio peraltro al Collegio dei cardinali la facoltà di anticipare l’inizio del Conclave se consta della presenza di tutti cardiali elettori».

«Il Collegio dei cardinali può prepararsi a stabilire che il Conclave inizi anche prima – ha commentato padre Lombardi – ed è quello che avverrà verosimilmente questo pomeriggio». «Se mi chiedete quale sia la data d’inizio – ha detto il portavoce vaticano ai giornalisti – rispondo nei primi giorni della settimana prossima». Domani mattina, intanto, c’è Congregazione generale, che non è prevista invece per il pomeriggio. Domenica, secondo padre Lombardi, «è prevedibile che i cardinali vadano a pregare nelle loro chiese titolari» a Roma.

Oltre 100 i cardinali intervenuti

Con i 18 interventi di questa mattina, sono oltre 100 i cardinali che hanno preso la parola fino a oggi. «Sono pochi i porporati che si sono ripetuti», ha precisato padre Lombardi, aggiungendo che «c’è ancora tempo per intervenire questo pomeriggio e domani», e visto che «ci sono ancora iscritti a parlare» e che ci sono sabato pomeriggio e domenica di pausa, se riterranno opportuno i cardinali potranno riunirsi in Congregazione anche lunedì o martedì. «Non c’è una regola secondo cui dall’ultima Congregazione all’inizio del Conclave debbano passare un certo numero di giorni», ha spiegato infatti il portavoce vaticano: «Capiremo meglio oggi pomeriggio il timing di questi giorni, non lo stabilisce la legge».

Tra gli argomenti di cui si è parlato nella Congregazione odierna, ha riferito padre Lombardi, figurano «dialogo interreligioso, bioetica, giustizia nel mondo», ma si è discusso anche «di un annuncio gioioso e di misericordia del Vangelo, ricordando anche Giovanni Paolo II», del tema della «collegialità» e delle «donne nella Chiesa». E proprio con un riferimento alle donne è cominciato il briefing, quando il direttore della Sala stampa della Santa Sede ha fatto gli auguri «a tutte le donne del mondo, e in particolare alle colleghe e a quante ci assistono nel nostro lavoro».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi