All’evento “Più sociale nel social” organizzato da Fondazione Cariplo e Fondazione Pubblicità Progresso, “lectio magistralis” del cardinale Scola

scola

Quanti significati può assumere il concetto di bene comune? Quale contributo possono portare i nuovi media alla crescita del bene comune? Proprio sul significato di “bene comune” verterà la lectio magistralis che il cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano, terrà giovedì 26 aprile in occasione dell’evento “Più sociale nel social. Strategie e strumenti per diffondere il concetto di bene comune”, che Fondazione Cariplo e Fondazione Pubblicità Progresso organizzano presso il Centro Congressi della Fondazione Cariplo (via Romagnosi 8, Milano).

Autorevoli protagonisti del mondo laico e religioso si interrogheranno su un tema strategico per il futuro. Un’occasione per capire come alcune importanti organizzazioni non profit in Italia e nel mondo utilizzano social media e social network per sensibilizzare, coinvolgere e stimolare all’azione operando per il bene comune.

I lavori – condotti dalla giornalista di Telenova Adriana Santacroce – saranno aperti alle 10 da Pier Mario Vello, segretario generale della Fondazione Cariplo, con la lettura del messaggio del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Alle 10.15 la prima sessione (“Più sociale nel social”) vedrà una proiezione di video campagne internazionali su “Social media e social network: idee, suggestioni, innovazioni dal mondo”, mentre su “Social media e social network: strategie, strumenti, iniziative in Italia” si susseguiranno le testimonianze di Raffaella Gay (Vidas), Francesca De Spirito (Aism), Giangi Milesi (Cesvi) ed Elena Zanella (Centro Clinico Nemo). Rossella Sobrero, consigliere di Pubblicità Progresso, presenterà il volume Pubblicità Progresso. La comunicazione sociale in Italia (Rai-Eri).

Alle 11.15 la lectio magistralis del cardinale Scola aprirà la seconda sessione (“Il bene comune”). Seguirà una tavola rotonda con la partecipazione di Alberto Contri (presidente Fondazione Pubblicità Progresso), Giuseppe De Rita (presidente Censis), Giuseppe Guzzetti (presidente Fondazione Cariplo), Eugenia Scabini (presidente Centro Studi e Ricerche sulla Famiglia – Università Cattolica di Milano) e Carmelo Vigna (direttore Centro Interuniversitario per gli Studi sull’Etica – Università Ca’ Foscari di Venezia).

Alle 13 Alberto Contri concluderà i lavori. È previsto un intervento in videoconferenza di Elsa Fornero, ministro del Lavoro e delle Politiche sociali.

Info: info@pubblicitaprogresso.org
Iscrizioni on line su www.fondazionecariplo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi