L’iniziativa promossa dalla Fondazione e dalla Bompiani porterà alla pubblicazione di 18 volumi: il primo, «Le Cattedre dei non credenti» (in libreria dal 22 ottobre) sarà presentato in un incontro al San Fedele

Martini_Opera omnia_1

Sarà in libreria dal 22 ottobre il libro di Carlo Maria Martini, Le Cattedre dei non credenti, pubblicato da Bompiani. Si tratta del primo tassello dell’Opera Omnia, composta da 18 volumi, che vedrà la luce progressivamente nei prossimi anni, un’impresa editoriale di grande rilevanza, nata su iniziativa della Fondazione Carlo Maria Martini in collaborazione con l’editore Bompiani. L’intento è quello di conservare, diffondere e soprattutto mantenere vivi, il patrimonio e l’eredità di uno dei grandi protagonisti dell’ultimo secolo.

Le Cattedre dei non credenti si svolsero a Milano per 12 anni, dal 1987 al 2002: un lungo cammino di dialogo voluto da Martini per dare la parola a non credenti, offrendo loro la possibilità di rendere ragione delle proprie convinzioni, e favorendo nei credenti un atteggiamento di ascolto disponibile e pensoso. «Io chiedevo non se siete credenti o non credenti, ma se siete pensanti o non pensanti – spiegava il Cardinale -. L’importante è che impariate a inquietarvi. Se credenti, a inquietarvi della vostra fede. Se non credenti, a inquietarvi della vostra non credenza. Solo allora saranno veramente fondate».

Il libro, che contiene molti interventi inediti, sarà presentato martedì 20 ottobre, alle 18, presso l’Auditorium San Fedele di Milano (Via Hoepli 3/b): in allegato il programma.

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi