Redazione

La sede centrale di Caritas Ambrosiana, in via San Bernardino 4, a Milano, e’ la mente pastorale e il cuore operativo delle attività Caritas. In questo edificio si trovano gli uffici che si occupano delle varie aree di bisogno, esercitano il coordinamento delle sedi territoriali, sviluppano indicazioni culturali e pastorali riguardo ai fenomeni sociali e alle esperienze ecclesiali, tracciano le linee guida operative sulla cui base poi si sviluppano le attività presenti nel territorio.

UFFICI DIREZIONALI E PROMOZIONALI
Ovviamente, nella sede diocesana sono situati gli uffici della direzione e dell’amministrazione dell’organismo pastorale, affiancati da altri uffici di interesse generale. Tra essi vi sono gli uffici che si occupano della promozione delle Caritas parrocchiali e decanali, attraverso la formazione dei responsabili, la progettazione di corsi, convegni e giornate di studio e di spiritualità, per favorire stili di vita e di impegno personali coerenti con il Vangelo e le linee pastorali della diocesi, oltre che con la proposta Caritas. Inoltre in via San Bernardino è ospitato il “Settore documentazione e ricerca”, le cui iniziative e i cui materiali sono a disposizione anche di operatori e volontari che agiscono nel territorio diocesano.

AREE DI BISOGNO
Sono tanti i temi e i fenomeni sociali che interpellano l’azione della Caritas. Essi richiedono capacità di risposta concreta, nel territorio, ma prima ancora un impegno di studio e di approfondimento, di elaborazione di linee pastorali chiare e condivise, di sviluppo dei progetti, di formazione e coordinamento di gruppi, operatori e volontari.

Le aree di bisogno di cui Caritas Ambrosiana si interessa, e che sono seguite da altrettanti uffici, sono numerose: Aids, anziani, carcere, dipendenze (alcol e tossicodipendenze), grave emarginazione e senza dimora, handicap, maltrattamento e grave disagio della donna, minori (doposcuola), salute mentale e psichiatria, stranieri, tratta e prostituzione, zingari.

C’è inoltre una particolare attenzione a promuovere, a tutti i livelli dell’azione Caritas, da quello diocesano a quelli locali, un metodo di analisi e lavoro comune su alcuni ambiti tematici trasversali : politiche sociali, volontariato, casa e lavoro, famiglia e prevenzione.

IMPEGNO INTERNAZIONALE (MONDIALITÀ – EMERGENZE)
L’interesse di Caritas Ambrosiana per i fenomeni di povertà e disagio va oltre i confini locali e nazionali. Anche in questo caso, si tratta anzitutto di un interesse educativo: l’area internazionale organizza percorsi di formazione permanente orientati all’educazione alla mondialità nei suoi molteplici aspetti (rapporti Nord-Sud, commercio equo e solidale, migrazioni, popoli e culture, aree di crisi, ecc). Inoltre promuove interventi a favore dei Paesi poveri, tramite progetti e “micro-realizzazioni” ispirati da un principio di partnership con le Caritas e altri soggetti dei territori in cui si opera, tramite l’invio di risorse finanziarie e umane.

Grande attenzione viene rivolta anche ai progetti di emergenza, sia nella fase di bisogno acuto sia nel medio e lungo termine a favore di popolazioni colpite da catastrofi naturali (alluvioni, terremoti, carestie) o coinvolte in tragedie umane (guerre, violenze, pulizie etniche). L’ambito di intervento nelle emergenze può essere locale, nazionale e internazionale.

Una particolare attenzione viene posta alla dimensione europea dell’intervento sociale: l’ufficio Europa propone informazioni e consulenza per la stesura di progetti sociali europei, alle cooperative del sistema e ai gruppi di volontariato.

FORMAZIONE, VOLONTARIATO, SERVIZIO CIVILE
Essendo quella educativa la finalità principale di Caritas Ambrosiana, è inevitabile che molte energie siano dedicate all’azione formativa, comune agli uffici promozionali, alle aree di bisogno e all’area internazionale. In questa ottica, particolare attenzione è dedicata ai giovani, per costruire con loro esperienze significative di educazione alla pace e alla solidarietà.

Conclusa la lunga esperienza del servizio civile conseguente all’obiezione di coscienza (che ha coinvolto circa 10 mila giovani in 360 centri operativi legati a Caritas e alle realtà diocesane), oggi viene proposta l’esperienza del servizio civile volontario, in Italia e all’estero, a cui si affiancano varie esperienze estive di impegno gratuito, che presuppongono un forte impegno di formazione, in Italia e in vari Paesi del mondo (i “Cantieri della solidarietà”).

Da alcuni anni è poi attivo lo “Sportello del volontariato giovanile”, riferimento per tutte le informazioni sulle proposte di Caritas Ambrosiana rivolte ai giovani: svolge un servizio di orientamento e di accompagnamento per i giovani interessati al servizio caritativo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi