Un corso per scoprire il perché, il come, il quando e il dove del volontariato. Quattro martedì per ascoltare riflessioni e conoscere esperienze di impegno gratuito per gli altri

Volontariato

Non è estemporaneo. Ma è costante nel tempo. Non si improvvisa. Ma si prepara. Non dona solo qualcosa. Ma se stesso. È il volontario così come lo immagina Caritas Ambrosiana, convinta che sarebbe riduttivo limitarsi a qualche buona azione e che, al contrario, solo andando alla radice delle motivazioni, accettando la logica del dono, è possibile fare un’esperienza che arricchisce e rende più veri.

In tempi di società liquida l’ente ecclesiale vuole offrire ai giovani un’idea alta del volontariato e, dunque, propone, in particolare a loro, tra la fine di ottobre e novembre, un corso di formazione dal titolo: “Accanto all’altro: Gratis!”. Quattro appuntamenti, il martedì pomeriggio (dalle 18 alle 20) nella sede di via San Bernardino 4 a Milano per ascoltare riflessioni e conoscere esperienze di impegno. Quattro occasioni di formazione, perché se è vero che ai volontari non è richiesto di diventare professionisti del sociale, è bene, che siano professionali. Prima di tutto per loro stessi, per imparare ad assaporare il piacere di dedicarsi agli altri.

Ecco i titoli degli incontri tenuti dagli esperti del Settore Giovani e Servizio Civile di Caritas Ambrosiana: “Un mondo da scoprire” (30 ottobre), “Una presenza con stile (6 novembre), “Un tempo per me… per gli altri” (13 novembre), “Info giovani” (20 novembre).

L’iniziativa rientra nel programma dei “Laboratori di Pastorale Giovanile” offerto ai giovani della Diocesi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi