Nel gennaio del 1921 l’avvio dell’Opera. Per festeggiare i cento anni l’artista Lorenzo Petrantoni ha creato una palla di Natale in edizione limitata, che può essere prenotata

Palla

Si avvicina un centenario importante, per l’Opera cardinal Ferrari. Il 24 gennaio 1921, infatti, nella sede dell’Arcivescovado di Milano, si riunì per la prima volta il Consiglio direttivo di quello che allora non si chiamava ancora Opera cardinal Ferrari. Nacque nel pieno di un drammatico dopoguerra, segnato da un grande sviluppo industriale, ma anche gravi crisi sociali, sanitarie (allora l’influenza chiamata Spagnola fece 30 milioni di morti nel mondo) tanta miseria e tante proteste, a volte violente, tumulti che segneranno poi la storia. Fu in quegli anni che il cardinal Ferrari trovò e coinvolse un gruppo di mecenati, una vera e propria campagna di raccolta fondi, per dare vita a una «Casa del popolo» che potesse accogliere i più bisognosi, gli ultimi.

Il centenario arriva in uno dei momenti più difficili della storia recente, con una nuova, drammatica pandemia e un’emergenza che non è più solo sanitaria, ma drammaticamente economica e sociale, quasi a voler ricordarci perché nacque l’Opera e perché è un pezzo importante della storia e ancora oggi del quotidiano di questa città.

«Per festeggiare questi cento anni passati insieme alla città di Milano e colorare di gioia l’albero di Natale di tutti – dicono alla Cardinal Ferrari -, abbiamo chiesto a un grande artista, Lorenzo Petrantoni, di creare per noi una pallina di Natale unica, una pallina d’autore, in edizione limitata». Le palline (7 euro) possono essere prenotate scrivendo a dono@operacardinalferrari.it e verranno poi recapitate oppure è possibile recarsi direttamente in sede (via G.B. Boeri 3, Milano).

«Giorno dopo giorno, lockdown o no – spiegano i volontari -, continuiamo a prenderci cura con amore dei “carissimi” (così chiamano i loro assistiti, ndr) più bisognosi, i senza fissa dimora, e a consegnare pacchi e aiuti ad anziani, famiglie e persone in difficoltà. Questo Natale che sta arrivando, carico di incertezza su come festeggiarlo, ci vedrà come sempre pronti ad accogliere, curare vecchi e nuovi disagi, vivere al fianco degli ultimi una festa che è meravigliosa anche in momenti così difficili, cercando di non lasciare solo nessuno, in quel giorno».

Per il nuovo anno li vedrà impegnati in celebrazioni e feste per il centenario, che in fondo racchiude una storia bellissima. Quella dell’Opera, dei suoi volontari, dei suoi sostenitori, dell’impegno e dell’amore con cui da 100 anni, tutti insieme, accolgono chi non ha una casa, prendendosi cura di chi ha bisogno.

Per saperne di più è possibile iscriversi e ricevere la newsletter dell’Opera cardinal Ferrari. Info: tel. 02.8467411; info@operacardinalferrari.it; www.operacardinalferrari.it.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi