La “peregrinatio” fa tappa nella parrocchia dei Ss Nazaro e Celso, con momenti di preghiera e meditazione. Il parroco don Luigi Didoni: «Tutti gli anni dedichiamo la Quaresima alla figura di un santo, quest’anno ci è parso bello scegliere lui»

di Cristina CONTI

Mercoledì 25 febbraio, nella sua peregrinatio in Diocesi, la reliquia del Beato Paolo VI farà tappa a Bussero (Mi). L’accoglienza è prevista alle 15.30 con la recita del Rosario. Alle 17 ci sarà la preghiera dei ragazzi di terza elementare e alle 20.45 la Santa messa con una testimonianza di monsignor Angelo Mascheroni, vescovo ausiliare emerito, dal titolo «Paolo VI: l’amore a Cristo».

«Tutti gli anni dedichiamo la Quaresima alla figura di un santo – spiega don Luigi Didoni, parroco di Ss Nazaro e Celso a Bussero -. Quest’anno mi è sembrato bello scegliere il Beato Montini. Così, quando ho saputo che c’era la possibilità di avere qui, la reliquia ho deciso di coglierla. Abbiamo previsto di dedicare momenti di preghiera e meditazione davanti all’urna, aperti a tutta la comunità, secondo le indicazioni della diocesi».

Prendere a esempio i campioni della fede, guardare a loro come modelli e per trarre spunti concreti per l’agire quotidiano: un gesto importante soprattutto per prepararsi alla Pasqua. Per questo motivo ogni mercoledì a Bussero verrà organizzato un evento diverso (incontri, momenti musicali, spettacoli) con protagonista papa Montini. «La scelta di dedicare la Quaresima 2015 a questa straordinaria figura è nata dalla particolare importanza che ha avuto per Milano – aggiunge don Didoni -. In tutte le parrocchie della diocesi c’è sempre un gruppo di adulti che ha ricevuto la Cresima da lui. Prima di arrivare qui ero parroco nella città metropolitana e nella parrocchia di Gesù Divino Lavoratore, voluta da Montini per chi lavora: segno della sua attenzione particolare verso tutti».

Giovedì 26 la preghiera della comunità continuerà con la celebrazione della messa alle 8.30, a cui seguirà la meditazione su alcuni testi di Paolo VI che avranno come tema «L’amore all’Eucarestia». Alle 15.30 la recita dei vespri sarà accompagnata dalla lettura di passi che avranno come argomento «Eucarestia e dono». Seguirà alle 17 la preghiera dei ragazzi della prima media e alle 18 la messa presieduta da monsignor Giovanni Balconi, con una riflessione dedicata al rapporto tra papa Montini e il mondo del lavoro.

Le celebrazioni continueranno venerdì con la messa alle 8.30, seguita dalla meditazione di alcuni brani del Pontefice dedicati al tema dell’amore per la Chiesa. Alle 15.30, dopo la recita del Vespro, si rifletterà sulla figura di Gesù e alle 18 si terrà invece una via Crucis che ricorderà tutti i Papi. Sabato 28, infine, la Santa messa delle 8.30 sarà seguita da una meditazione su alcuni testi che hanno come protagonista la figura di Maria.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi