Nella cittadina brianzola che conserva le reliquie dei tre sapienti, domenica la celebrazione presieduta da monsignor Delpini (preceduta da un concerto d'organo), lunedì il tradizionale momento d'animazione

di don Pietro GUZZETTI

Reliquie-Magi-Brugherio

Una Comunità pastorale che porta il nome “Epifania del Signore” non può che valorizzare il più possibile la solennità del 6 gennaio e così accade a Brugherio, con tanti appuntamenti che riempiono il giorno dell’Epifania e la giornata precedente.

L’evento che apre l’agenda è il concerto dell’organo Tornaghi, in programma domenica 5 gennaio, alle 16, presso la chiesa di San Bartolomeo (piazza Roma). Tutta la comunità è poi invitata a partecipare alla celebrazione delle 18.30, sempre nella chiesa centrale, presieduta dall’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini. Tutte le offerte raccolte durante questa messa saranno devolute al fondo emergenza della Caritas cittadina, che si prende cura delle situazioni bisognose presenti nel territorio. La celebrazione del 5 gennaio sarà inoltre la prima occasione per il nuovo Consiglio pastorale di incontrare l’Arcivescovo e ricevere una particolare benedizione in vista del lavoro che si avvierà sabato 18 gennaio, con la prima seduta.

La giornata dell’Epifania, che prevede le consuete celebrazioni negli orari festivi, è caratterizzata dal Corteo dei Magi, un momento di preghiera e animazione per tutti, col coinvolgimento diretto dei bambini del catechismo delle diverse parrocchie. Il ritrovo è alle 15.30 presso l’oratorio San Giuseppe, con la partenza del corteo prevista per le 16. Il tragitto fino alla chiesa di San Bartolomeo avrà tre tappe con diversi gesti che saranno compiuti dai più piccoli. Sul sito della Comunità pastorale (www.epifaniadelsignore.it) è disponibile un video tutorial realizzato per l’occasione. Una volta concluso il corteo ci sarà un momento di preghiera nella chiesa di San Bartolomeo, al termine del quale sarà possibile venerare le reliquie dei Magi. La festa proseguirà poi sul piazzale: come suggerito all’inizio dell’Avvento, sarà possibile vivere un piccolo gesto sotto il segno della sobrietà, portando al bar dell’oratorio prima del corteo i pandori e i panettoni in eccesso, che saranno utilizzati per la merenda finale.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi