La tradizionale Giornata parrocchiale, oltre che occasione di promozione dell’associazione, è quest’anno momento di impegno sul percorso tracciato dalla Diocesi e che prevede già diverse iniziative

square_x_social

Essere «una palestra di sinodalità», secondo la brillante espressione usata da papa Francesco per descrivere l’Azione cattolica italiana. Un luogo dove si vive lo stile della Chiesa del Concilio e contemporaneamente ci si forma per essere al servizio della Chiesa stessa. Tutto questo sarà a tema domenica 10 ottobre, Giornata parrocchiale dell’Azione cattolica. «L’appuntamento esprime una realtà e un desiderio – spiega il presidente diocesano Gianni Borsa -. La realtà è il carattere popolare e legato al territorio dell’Ac, che ha il suo cuore in parrocchia. La storia dell’Ac, pur non priva di fatiche in questi anni come per l’intera barca della Chiesa, testimonia un radicamento tenace che ha dato origine a innumerevoli cammini ecclesiali, culturali e sociali, oltre ad aver sostenuto il percorso di vita dei singoli, dando loro forma di vita cristiana». C’è poi il desiderio «che l’Ac possa continuare a essere così, nella cura di una promozione e di un sostegno che immagina novità».

La Giornata parrocchiale si pone quindi un duplice obbiettivo: chiede alle parrocchie di sostenere e promuovere l’associazione e domanda all’Ac stessa di essere presente sul territorio con proposte che facciano crescere la fede e la formazione dei credenti nella comunità locale. Ed è esattamente ciò che si pone come obiettivo il tema scelto per l’edizione 2021 della Giornata parrocchiale intitolata «Passi per una Chiesa sinodale». L’impegno dell’associazione, chiarisce ancora il presidente Borsa, è di «prendere sul serio, come di consueto, i sentieri tracciati dal nostro arcivescovo nella Proposta pastorale per l’anno 2021-2022, Unita, libera e lieta. La grazia e la responsabilità di essere una Chiesa. In tale luce vogliamo sostenere il cammino verso le Assemblee sinodali decanali, preparate dal lavoro di formazione e lettura di “questo nostro tempo” da parte dei Gruppi Barnaba in cui già molte donne e uomini, giovani e anziani di Ac hanno iniziato a spendersi con generosità».

Il sostegno al cammino sinodale della Chiesa ambrosiana da parte del’Ac si concretizza anche nella pubblicazione di un agile libretto, Dal basso, insieme. Dieci passi per una Chiesa sinodale (si veda box qui a fianco) per animare il confronto all’interno e oltre gli stessi Gruppi Barnaba. Sabato 30 ottobre, inoltre, l’Ac organizza con la diocesi un convegno, per la formazione dei laici impegnati nella costituzione delle Assemblee sinodali. Infine c’è la proposta di una Due giorni teologica d’aggiornamento sul medesimo tema, condivisa tra preti e laici, il 7-8 gennaio 2022, in collaborazione con la Formazione permanente del clero.

Con la Giornata parrocchiale si apre inoltre la campagna delle iscrizioni all’associazione, che tradizionalmente prosegue fino all’8 dicembre. «Nonostante il difficile tempo della pandemia, lo scorso anno l’Ac ambrosiana ha chiuso l’anno associativo con un andamento incoraggiante delle iscrizioni – spiega il segretario diocesano Giancarlo Melzi -. Con la ripresa delle attività in presenza già dalla scorsa estate, si respira un clima di serena voglia di ripartire».

Si possono iscrivere all’Azione cattolica i ragazzi dai 3 ai 14 anni, i giovani dai 15 ai 29 anni e gli adulti dai 30 anni in su. Occorre riferirsi ai responsabili parrocchiali o decanali oppure online sul sito https://azionecattolicamilano.it/ac-portal.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi