Redazione

«A Milano manca la coesione sociale», ha detto Andrea Fanzago, capogruppo della Margherita in Comune commentando le parole dell’Arcivescovo. «Quando le persone anziane muoiono da sole in casa e la morte viene scoperta dopo qualche giorno, vuol dire che non c’è più coesione sociale, il tessuto sociale si è strappato». E il compito di «ricostruirlo», ha chiarito Fanzago, per il Cardinale spetta anche alla politica.

Tettamanzi ha parlato anche della necessità di costruire relazioni “fraterne”, anche all’interno della politica, che suona come atto d’accusa all’eccessiva litigiosità. Si tratta di un aspetto importante, ha commentato il leader della Margherita, perché «significa riconoscere il ruolo delle istituzioni, dare ad esse valore e riaprire il dialogo, necessario per affrontare i problemi». Infatti «non esiste una verità calata dall’alto, ma insieme si devono trovare le soluzioni per ricostruire Milano».

Che dire allora delle recenti polemiche legate agli Ambrogini? «Quello è l’esempio di come non bisogna avviare il dialogo», risponde Fanzago, «di come non si costruisce il dialogo se il metodo è quello. Il discorso del Cardinale chiede a tutti un senso di responsabilità in più».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi