Di fronte alla Statale di Milano, un appartamento aperto a esperienze di condivisione per 8 giovani, che possono durare due settimane, oppure un mese

di Marta VALAGUSSA

Casa di Zaccheo

Chi dice che la convivenza è sbagliata? Se hai tra i 19 e i 30 anni, puoi vivere un’esperienza davvero formativa in compagnia di altri giovani nella casa di Zaccheo. Le porte sono aperte a tutti, ma proprio a tutti: ragazzi appartenenti alla comunità associativa ed ecclesiale, ma anche persone che hanno compiuto scelte differenti. Come funziona? La vita quotidiana di ciascuno, scandita dagli impegni di studio o lavoro, viene condivisa con altri giovani (la comunità può ospitare fino a 8 giovani, 4 ragazzi e 4 ragazze), vivendo insieme in un appartamento di via Bergamini 10, proprio di fronte all’Università Statale di Milano. Quanto dura? La proposta è duplice e comprende sia turni di durata mensile che periodi bisettimanali.

La Casa di Zaccheo è davvero un momento privilegiato della vita in cui scoprire e assaporare nel profondo la vita di comunità, condividendo il tempo e le attività in un modo diverso dal solito. Proprio come fece Zaccheo quel giorno, invitando Gesù ad entrare nella sua casa e quindi nella sua vita. Perché partecipare? Per cercare di trovare in ogni minuto della giornata uno stimolo per crescere e poter essere di aiuto alla propria comunità. Come è organizzata? All’interno della comunità è prevista la presenza di un giovane responsabile di Ac che aiuti gli altri ragazzi, anche dal punto di vista pratico e organizzativo, a vivere pienamente lo spirito dell’esperienza.

«Le persone con cui vivere non le scegli tu – spiega Francesca -, ma ti capitano, con i loro pregi e i loro limiti. Questa però è una ricchezza da spendere nella vita futura». La comunità è inoltre seguita nel cammino spirituale dall’assistente dei giovani di Ac, don Luca Ciotti. Nella scansione della giornata e della settimana sono previsti alcuni momenti di condivisione, come la recita delle lodi e della compieta, il silenzio prima della cena, l’Eucaristia infrasettimanale e l’organizzazione di serate insieme di carattere culturale o d’incontro con testimoni di vita, sfruttando le tante opportunità che la città di Milano offre. Ogni gruppo, a partire dal progetto della comunità e dalle esigenze e desideri, organizza i tempi secondo le necessità di tutti. È prevista anche la gestione domestica con suddivisione dei compiti.

Quanto costa la partecipazione? Nel caso del turno mensile è richiesto ad ogni giovane un contributo di 100 euro per le spese della casa (acqua, luce, gas) più 140 euro per la cassa comune. Mentre per quanto riguarda il turno bisettimanale, il contributo è di 50 euro più 70 euro. I turni sono dal 17 febbraio al 3 marzo, dal 3 al 17 marzo e dal 7 aprile al 5 maggio.

Info e iscrizioni: jegina88@gmail.com – casadizaccheo@azionecattolicamilano.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi