Ecco la proposta estiva: sei settimane di formazione rivolta ai singoli, con la possibilità di relazionarsi con amici, conoscenti, vicini di casa e familiari. «L’obiettivo è accompagnare i partecipanti all'iniziativa in questo tempo unico nel suo genere», spiega la responsabile diocesana Gaia Boldorini

ACR Cropped

«Come Acr abbiamo studiato una proposta, indirizzata al singolo ragazzo, che possa però prestarsi anche per piccoli gruppi, laddove ce ne fossero» spiega Gaia Boldorini, responsabile diocesana Acr (Azione cattolica dei ragazzi). Sei settimane di formazione, dal titolo «Di città in città»: si tratta di un’attività da ritenersi rivolta al singolo ragazzo, che prevede però l’eventualità di un ritrovo sporadico a livello informale con amici, conoscenti, vicini di casa e familiari. «L’obiettivo è quello di accompagnare i ragazzi e le ragazze in questo tempo estivo così disteso e prolungato, ma unico nel suo genere – continua Gaia -. C’è ovviamente un calendario ben preciso e scansionato, il materiale verrà caricato di settimana in settimana sul sito dell’Azione cattolica ambrosiana (www.azionecattolicamilano.it). Ma la nostra è una proposta molto flessibile, per andare incontro alle diverse esigenze delle famiglie, dal punto di vista lavorativo e personale. L’Acr non intende caricare i ragazzi di ulteriori fatiche e impegni, ma stare loro vicini, offrendo occasioni di formazione anche in estate».

Ogni settimana verranno offerti un podcast da ascoltare dove e quando si vuole, delle card infografiche a misura di ragazzo, un’attività da svolgere anche singolarmente, un approfondimento sulla regola di vita e una proposta domenicale per l’intera famiglia. «Approfondiremo insieme le sei città più importanti della vita di Gesù. E ciascuna città è legata a doppio nodo a un obiettivo formativo per i ragazzi, come la consapevolezza di non essere soli al mondo, la scoperta di un progetto di vita, la capacità di discernimento» dice Gaia.

Concretamente la data di lancio dell’attività è fissata per mercoledì 10 giugno, non appena concluso l’anno scolastico. Quel giorno verrà caricata sul sito di Ac ambrosiana una «carta zero», in cui verrà proposto a ogni singolo ragazzo di attrezzare lo zaino del pellegrino per prepararsi a questo nuovo cammino. Sarà importante recuperare oggetti, materiali utili, ma soprattutto stampare le credenziali del pellegrino, un libretto sul quale sarà possibile annotare pensieri e riflessioni lungo le sei settimane. Il percorso vero e proprio comincerà lunedì 15 giugno con il primo podcast alla scoperta della prima città.

Sul sito dell’Azione cattolica ambrosiana verrà pubblicato anche un vademecum di accompagnamento, indirizzo a chiunque, purché maggiorenne, voglia farsi carico di accompagnare un ragazzo in questo percorso: un genitore con il proprio figlio, un educatore con pochi ragazzi della sua città, un professore, un sacerdote, una suora, un giovane universitario, eccetera. All’interno del vademecum saranno esplicitati gli obiettivi, il senso dei contenuti proposti, suggerimenti e arricchimento dei materiali, ma soprattutto consigli anche in chiave di sicurezza che l’adulto dovrà applicare per rispettare tutte le normative legate alla Fase 2. Se qualche adulto volesse rendersi disponibile sul proprio territorio per questa attività può segnalare il proprio nome, scrivendo alla e-mail: acr@azionecattolicamilano.it. Lo stesso indirizzo può essere usato da ragazzi o genitori che volessero ricevere maggiori informazioni riguardo alla disponibilità di educatori nella propria Zona o Decanato, per poter seguire questo percorso.
Per maggiori informazioni e per visionare i materiali proposti: www.azionecattolicamilano.it.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi