La festa regionale degli acierrini inserita nel contesto giubilare. Momenti di gioco, festa e testimonianza, passaggio della Porta Santa e Messa in Cattedrale

di Marta VALAGUSSA

convegno Acr 2016

Ogni cinque/sei anni l’Azione Cattolica dei Ragazzi organizza una festa regionale che coinvolge tutte le associazioni delle dieci diocesi che compongono la Regione Lombardia. L’ultima volta fu a Crema, nel 2010. Quest’anno è il turno di Lodi, che ospiterà tutti gli “acierrini” lombardi domenica 22 maggio. Saranno centinaia i ragazzi che invaderanno il cuore della città con il loro entusiasmo e la loro allegria, perché tutti i cittadini ne siano coinvolti e l’evento di Ac sia non un momento di formazione isolato, ma l’occasione per trasformare le città che abitiamo.

Lo slogan “Sui binari del cuore” sarà lo spunto per riflettere sulle opere di misericordia. Una scelta del genere richiama ancora una volta la ferma volontà dell’Azione Cattolica di rendere i ragazzi protagonisti della loro fede, nella scoperta e nell’approfondimento del tema chiave dell’anno giubilare. La festa regionale Acr sarà così un momento di grande ecclesialità per il suo contenuto, ma anche perché verranno coinvolti molti ragazzi che appartengono ad altre associazioni: ragazzi degli oratori di Lodi, amici dell’Agesci, gli Araldini di Monza (fraternità legata ai francescani)…

L’équipe degli educatori Acr delle diocesi lombarde ha lavorato molto per organizzare e pianificare tutte le attività e l’animazione della giornata con il supporto di numerosi giovani e adulti, genitori, educatori, docenti, allenatori e catechisti di Lodi. Tutti insieme si sono messi a servizio con grande generosità, testimoniando una misericordia concreta, che si trasforma quotidianamente in accompagnamento, educazione e formazione. Anche per loro la collaborazione interdiocesana e regionale è stata occasione di crescita e maturazione, con lo sguardo sempre fisso sul bene dei ragazzi, così importante per compiere passi concreti in questo decennio sull’Educare.

L’appuntamento è quindi per domenica 22 maggio alle 9 presso il Parco di Villa Braila per l’accoglienza. Alle 10 giochi e attività per tutti i ragazzi divisi per fasce d’età (6/8 anni: oratorio Ausiliatrice, 9/11 anni parco Villa Braila, 12/14 anni oratorio S. Bernardo). Il pranzo al sacco si svolgerà presso Villa Braila. Nel pomeriggio si svolgerà un corteo attraverso le vie cittadine verso Piazza della Vittoria e un momento di festa nel centro di Lodi, testimonianza pubblica di una fede a misura di ragazzo. Alle 16 la giornata si concluderà con la Messa in Cattedrale, dove sarà possibile attraversare la Porta Santa in compagnia del Vescovo di Lodi, monsignor Maurizio Malvestiti, e di tutti gli assistenti di Ac.

I gruppi Acr della diocesi di Milano avranno a disposizione alcuni pullman che partiranno da Lampugnano (MI) alle 8, per portare a Lodi i duecento ragazzi iscritti finora. Il rientro è previsto nello stesso luogo per le 18.30. È possibile ovviamente viaggiare anche con mezzi propri. I responsabili parrocchiali Acr sono incaricati di raccogliere i nominativi dei ragazzi e degli adulti che vogliono partecipare e comunicarli alla segreteria diocesana (segreteria@azionecattolicamilano.it oppure 02.58391328).

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi