Nel centenario della fine del primo conflitto mondiale due esperienze estive in Friuli Venezia Giulia e Slovenia. Serata di presentazione il 28 maggio a San Giorgio a Milano

di Marta VALAGUSSA

grande_guerra

In occasione del centenario della prima guerra mondiale, l’Azione Cattolica ambrosiana organizza due esperienze estive in Friuli Venezia Giulia e Slovenia per gli studenti delle superiori e gli adulti. Due vacanze completamente diverse tra loro, come diversi sono i destinatari delle proposte. I giovanissimi studenti vivranno il “viaggio ai confini” dal 9 al 15 giugno, mentre gli adulti percorreranno gli stessi itinerari dal 17 al 23 agosto.

Per prepararsi al viaggio e alla scoperta di quei luoghi così ricchi di storia e di cultura, l’Azione Cattolica ambrosiana ha deciso di organizzare una serata di presentazione per tutti i partecipanti. L’appuntamento è per lunedì 28 maggio presso la parrocchia di San Giorgio a Milano. Alle 18.30 i responsabili dell’Acs (Azione Cattolica Studenti) presenteranno il programma del viaggio ai ragazzi iscritti e ai loro genitori. Si tratterà di un viaggio all’avventura, durante il quale i giovani utilizzeranno qualunque mezzo di locomozione, dalla bicicletta al treno, dalla canoa al pullman. A partire dalle 19.30 verrà offerto a tutti i presenti un aperitivo a cui sono invitati anche gli adulti che parteciperanno al viaggio di agosto. Alle 20 Guido Formigoni, docente di Storia contemporanea all’Università Iulm di Milano, aiuterà tutti i presenti a fare memoria della Grande Guerra, a cent’anni dalla sua conclusione.

«Sarà un bellissimo momento di incontro e condivisione – dice Chiara Grossi, vicepresidente Ac ambrosiana e responsabile diocesana degli adulti -. Una bella occasione per vivere un momento di formazione comune tra adulti e giovani, che si preparano a visitare la medesima meta. È significativo il fatto che entrambi i gruppi percorreranno quelle strade e conosceranno quei luoghi, per anni teatro di scontri e battaglie e ora finalmente simbolo di pace. Guido Formigoni ci aiuterà a contestualizzare bene gli eventi principali e le tappe significative della Grande Guerra e ci consentirà di arrivare pronti per cogliere nel dettaglio i particolari di quelle terre così affascinanti. Durante la vacanza ci verrà dato un grande aiuto anche da monsignor Carlo Redaelli, vescovo di Gorizia e Patriarca di Aquileia: le sue riflessioni e le sue sollecitazioni saranno molto utili per tutti noi».

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi