Alle 18 celebrazione eucaristica con consegna del Mandato ai sedici missionari, frati e suore, che animeranno l’evento sul tema «Oggi devo fermarmi a casa tua»

preghiera Cropped

Sabato 16 marzo, alle 18, nel Palazzetto dello sport di Molteno (via Stazione 27), l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini, presiede la celebrazione eucaristica con cui si apre la Missione popolare della Comunità pastorale dei Santi Martino e Benedetto, che comprende le parrocchie di Molteno, Garbagnate Monastero, Sirone e Brongio, in provincia di Lecco. Durante la celebrazione sarà affidato il Mandato ai missionari e consegnata la lampada alle famiglie che ospitano i Gruppi d’ascolto.

Sul tema «Oggi devo fermarmi a casa tua» (Lc 19,5) fino al 31 marzo saranno attivi sedici missionari, religiosi e religiose. Tra i momenti più significativi, le visite alle famiglie e agli ammalati e appuntamenti specifici dedicati a bambini, ragazzi e anziani. Le tre domeniche comprese nella Missione saranno caratterizzate dal rinnovo delle promesse battesimali e dalla Giornata dello Sport (17 marzo), dal rinnovo delle promesse matrimoniali e dalla Domenica della Famiglia (24 marzo), dal mandato missionario a tutti i fedeli e dalla festa conclusiva (31 marzo). Programma completo su http://comunitasantimartinoebenedetto.it

«C’è bisogno che tutti impariamo a mettere bene a frutto il battesimo ricevuto per dare alla comunità cristiana una forma meno clericale e più “stile famiglia”, una comunità alternativa, a responsabilità condivisa»: così don Massimo Santambrogio, responsabile della Comunità pastorale, sintetizza lo spirito della Missione. Gli fa eco il Vicario di Zona monsignor Maurizio Rolla: «Sono giorni favorevoli per verificare se il dono ricevuto, la vita di Dio in noi con la promessa dell’eternità in Lui, è ancora motivo di fede e di speranza».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi