La prima pietra era stata benedetta dal cardinale Scola. Dietro l’opera realizzata nella parrocchia Dio Padre un’abile operazione di fundraising, ma soprattutto una grande sfida educativa

tettamanzi martini

Domenica 19 aprile alle 11, nella parrocchia Dio Padre di Milano Due (Segrate), il cardinale Dionigi Tettamanzi, arcivescovo emerito di Milano, presiede la Messa solenne animata dal coro parrocchiale. L’occasione è l’inaugurazione del nuovo oratorio, la cui prima pietra era stata benedetta il 30 marzo dell’anno scorso dal cardinale Angelo Scola. L’oratorio, che sarà intitolato al cardinale Carlo Maria Martini, è stato costruito a tempo di record (meno di 6 mesi effettivi), e con l’impegno della comunità parrocchiale attraverso cene a tema, fiere di beneficenza, raccolta di ori e argenti usati, offerte in occasione del Natale scorso.

Dall’autunno 2013 il gruppo Eolo (acronimo che sta per “E ora l’oratorio”) ha sviscerato le migliori tecniche di fundraising per raccogliere il necessario. In pochi mesi sono stati raccolti oltre 265 mila euro (468 euro al giorno, in media, circa il 70% del costo totale dell’opera). Obiettivo centrato, anche se resta ancora tanto da fare: coprire il restante 30% dei costi di realizzazione, e poi dedicarsi ad arredi e strumenti multimediali.

Soprattutto c’è la sfida educativa, come sottolinea il parroco di Milano Due, don Walter Magni: “La domanda è: fatta la Cresima, dove finiscono i nostri ragazzi? Può bastare il campo da calcetto davanti alla chiesa o qualche angolo appartato del parco giochi dei più piccoli? Quattro mura seminterrate non possono rispondere a certe domande, oso sognare tuttavia che nell’immaginario dei nostri ragazzi l’oratorio sia la scuola di Gesù”. Il nuovo oratorio è infatti pensato come uno spazio polivalente, affiancato alle tradizionali aule per il catechismo, con area giochi, sale studio, e una zona che sarà affidata direttamente all’iniziativa dei ragazzi più grandi, per stimolarne voglia di partecipazione e creatività. Al centro, il salone con attrezzature multimediali adatto per convegni, seminari, rappresentazioni artistiche. Il programma della giornata prevede, al termine della Messa, la cerimonia di inaugurazione e un aperitivo offerto dalla parrocchia. Al pomeriggio giochi e merenda per i più piccoli, in serata incontro per gli adolescenti e i giovani, con cena conclusiva, sfornata dalla cucina parrocchiale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi