Redazione

Con partenza da piazza del Duomo alle 11.45, giovedì 6 gennaio, solennità dell’Epifania del Signore, si terrà il tradizionale corteo storico organizzato dalla parrocchia di S. Eustorgio nel ricordo della visita dei Re Magi a Gesù presso la grotta di Betlemme.
Il corteo, con costumi d’epoca e accompagnato da gruppi folkloristici, seguirà il seguente percorso: via Torino, Colonne di S. Lorenzo, corso di Porta Ticinese, piazza S. Eustorgio. Alle 12.15 è prevista una sosta alla basilica di S. Lorenzo per l’incontro dei Magi con Erode. Alle 12.40 l’arrivo in piazza S. Eustorgio, l’offerta dei doni al presepio vivente, i discorsi delle autorità cittadine.
La particolare devozione ai Re Magi è patrimonio della città e in particolare della basilica di S. Eustorgio, che ne custodisce le reliquie. La più antica notizia di un corteo nel giorno dell’Epifania, dal Duomo alla Basilica di S. Eustorgio, risale all’anno 1336. La sfilata popolare, soppressa come molte altre a causa della peste ai giorni di S. Carlo Borromeo, fu ripristinata dal cardinale Giovanni Battista Montini.
Secondo la tradizione le spoglie dei Magi furono ritrovate da Elena, madre dell’imperatore romano Costantino e appassionata ricercatrice delle prime vestigie del cristianesimo, che le portò a Costantinopoli. Quando Eustorgio, che era governatore di Milano, fu eletto vescovo nel 343, si recò a Costantinopoli per rendere onore all’imperatore e questi gli fece dono delle reliquie dei Magi. Se ne impadronì nel 1164 il Barbarossa che le trasferì a Colonia. Nel 1906, infine, il cardinale Andrea Ferrari ottenne una parziale restituzione delle reliquie ore custodite in S. Eustorgio in un’urna posta sopra l’altare dedicato ai Magi. Con partenza da piazza del Duomo alle 11.45, giovedì 6 gennaio, solennità dell’Epifania del Signore, si terrà il tradizionale corteo storico organizzato dalla parrocchia di S. Eustorgio nel ricordo della visita dei Re Magi a Gesù presso la grotta di Betlemme.Il corteo, con costumi d’epoca e accompagnato da gruppi folkloristici, seguirà il seguente percorso: via Torino, Colonne di S. Lorenzo, corso di Porta Ticinese, piazza S. Eustorgio. Alle 12.15 è prevista una sosta alla basilica di S. Lorenzo per l’incontro dei Magi con Erode. Alle 12.40 l’arrivo in piazza S. Eustorgio, l’offerta dei doni al presepio vivente, i discorsi delle autorità cittadine.La particolare devozione ai Re Magi è patrimonio della città e in particolare della basilica di S. Eustorgio, che ne custodisce le reliquie. La più antica notizia di un corteo nel giorno dell’Epifania, dal Duomo alla Basilica di S. Eustorgio, risale all’anno 1336. La sfilata popolare, soppressa come molte altre a causa della peste ai giorni di S. Carlo Borromeo, fu ripristinata dal cardinale Giovanni Battista Montini.Secondo la tradizione le spoglie dei Magi furono ritrovate da Elena, madre dell’imperatore romano Costantino e appassionata ricercatrice delle prime vestigie del cristianesimo, che le portò a Costantinopoli. Quando Eustorgio, che era governatore di Milano, fu eletto vescovo nel 343, si recò a Costantinopoli per rendere onore all’imperatore e questi gli fece dono delle reliquie dei Magi. Se ne impadronì nel 1164 il Barbarossa che le trasferì a Colonia. Nel 1906, infine, il cardinale Andrea Ferrari ottenne una parziale restituzione delle reliquie ore custodite in S. Eustorgio in un’urna posta sopra l’altare dedicato ai Magi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi