A un anno dalla beatificazione, la liturgia di dedicazione al Centro S. Maria Nascente di Milano sarà presieduta dall'Arcivescovo. In programma anche una serata di musica e testimonianze e la visita del ministro Fazio


Redazione

Il 25 ottobre 2009, in piazza Duomo a Milano, don Carlo Gnocchi veniva proclamato beato nel corso di una solenne celebrazione presieduta dal cardinale Dionigi Tettamanzi. A distanza di un anno dalla cerimonia, sono ancora vive le immagini di quella grande festa di folla convenuta sul sagrato della cattedrale per rendere omaggio al “prete dei mutilatini”. Il primo anniversario della beatificazione rinnova quel ricordo ed è sottolineato da una serie di iniziative già in corso, che culmineranno in una intensa “tre-giorni”.
Giovedì 21 ottobre, alle 20.45, al Centro Santa Maria Nascente di Milano (via Capecelatro 66), è in programma la serata “Parole, immagini, canti, preghiere in memoria del Beato don Carlo Gnocchi”. La serata sarà presieduta da monsignor Erminio De Scalzi, vescovo ausiliare e vicario episcopale di Milano, e prevede una testimonianza di monsignor Giovanni Barbareschi, amico ed esecutore testamentario di don Carlo.
Domenica 24 ottobre il momento centrale. Sempre presso il Centro Santa Maria Nascente di Milano, avrà luogo la dedicazione della nuova chiesa dedicata a don Gnocchi, che accoglierà il suo feretro. Sarà lo stesso cardinale Tettamanzi a presiedere la liturgia di dedicazione a partire dalle 10.
Lunedì 25 ottobre, alle 15, in occasione del cinquantesimo dell’inaugurazione, il Centro sarà visitato dal ministro della Salute Ferruccio Fazio. Alla presenza del vescovo ausiliare monsignor Angelo Mascheroni, il reparto di sclerosi multipla sarà intitolato al professor Carlo Lorenzo Cazzullo, grande innovatore della psichiatria italiana. Il 25 ottobre 2009, in piazza Duomo a Milano, don Carlo Gnocchi veniva proclamato beato nel corso di una solenne celebrazione presieduta dal cardinale Dionigi Tettamanzi. A distanza di un anno dalla cerimonia, sono ancora vive le immagini di quella grande festa di folla convenuta sul sagrato della cattedrale per rendere omaggio al “prete dei mutilatini”. Il primo anniversario della beatificazione rinnova quel ricordo ed è sottolineato da una serie di iniziative già in corso, che culmineranno in una intensa “tre-giorni”.Giovedì 21 ottobre, alle 20.45, al Centro Santa Maria Nascente di Milano (via Capecelatro 66), è in programma la serata “Parole, immagini, canti, preghiere in memoria del Beato don Carlo Gnocchi”. La serata sarà presieduta da monsignor Erminio De Scalzi, vescovo ausiliare e vicario episcopale di Milano, e prevede una testimonianza di monsignor Giovanni Barbareschi, amico ed esecutore testamentario di don Carlo.Domenica 24 ottobre il momento centrale. Sempre presso il Centro Santa Maria Nascente di Milano, avrà luogo la dedicazione della nuova chiesa dedicata a don Gnocchi, che accoglierà il suo feretro. Sarà lo stesso cardinale Tettamanzi a presiedere la liturgia di dedicazione a partire dalle 10.Lunedì 25 ottobre, alle 15, in occasione del cinquantesimo dell’inaugurazione, il Centro sarà visitato dal ministro della Salute Ferruccio Fazio. Alla presenza del vescovo ausiliare monsignor Angelo Mascheroni, il reparto di sclerosi multipla sarà intitolato al professor Carlo Lorenzo Cazzullo, grande innovatore della psichiatria italiana. – – La locandina (https://www.chiesadimilano.it/or/ADMI/pagine/00_PORTALE/2010/gnocchi_invito.pdf)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi