Dall'Ora X alla Giornata mondiale della giovrntù


Redazione

«Sulle orme di sant’Agostino» è il titolo dell’itinerario quaresimale adolescenti verso l’incontro diocesano con l’Arcivescovo a Seveso, in occasione della XXV Giornata Mondiale della Gioventù che si celebrerà in occasione della Domenica delle Palme, il 28 marzo nel pomeriggio. Il sussidio (Ed. In dialogo) di preparazione alla Gmg – pensato per un vero cammino di conversione durante la Quaresima – propone cinque tappe di un percorso che va al cuore dell’esperienza di sant’Agostino che tanto corrisponde a quella degli adolescenti di oggi. Che rapporto c’è fra i desideri dei ragazzi e i desideri di Dio? Come fa un adolescente a scegliere? Quanto conta il gruppo per la propria scelta personale? È sempre così difficile scegliere? Come fare a restare fedeli? Il racconto di Agostino e le attività collegate diranno la relazione fondamentale fra conversione e vocazione, in una prospettiva che apre alla scoperta di una vita nuova, tutta da vivere e da giocare, per la propria felicità e il bene di tutti.
Nel sussidio sono disponibili anche una celebrazione penitenziale, una via Crucis e la descrizione di un pellegrinaggio, fatto «in casa», lungo i luoghi agostiniani della nostra regione (grazie ad una scheda realizzata dell’Azione cattolica studenti). L’impegno di «preghiera, digiuno ed elemosina» rendono il cammino serio e nello stesso tempo calato nella realtà di ogni adolescente.
L’itinerario quaresimale adolescenti inizia con un momento simbolico, denominato «Ora X», un incontro fatto alle quattro del pomeriggio (Ora decima) della prima domenica di Quaresima – il 21 febbraio – nel proprio oratorio o in un altro luogo comunitario con il gruppo degli adolescenti (in sintonia con tutti gli altri gruppi della Diocesi che si ritroveranno nello stesso istante). L’Ora X consiste in un breve momento di preghiera (disponibile nel sussidio «Sulle orme di sant’Agostino») che inquadra il cammino, crea uno stacco con il percorso precedente e accelera verso la Gmg e la Pasqua in un clima in cui la parola chiave rimane «conversione».
Se l’Ora X è l’inizio dell’itinerario, da vivere all’interno della propria realtà, l’appuntamento della Domenica delle Palme segna ogni anno il confronto con la testimonianza di fede e di vita della comunità cristiana di una città importante della Diocesi. Quest’anno, in cui la Pastorale giovanile si impegna a porre l’attenzione sul tema della vocazione, è emblematico l’incontro con la città di Seveso che, con la presenza del Seminario arcivescovile di San Pietro martire, è uno dei luoghi dove la spiritualità giovanile della Diocesi più si manifesta. «Sulle orme di sant’Agostino» è il titolo dell’itinerario quaresimale adolescenti verso l’incontro diocesano con l’Arcivescovo a Seveso, in occasione della XXV Giornata Mondiale della Gioventù che si celebrerà in occasione della Domenica delle Palme, il 28 marzo nel pomeriggio. Il sussidio (Ed. In dialogo) di preparazione alla Gmg – pensato per un vero cammino di conversione durante la Quaresima – propone cinque tappe di un percorso che va al cuore dell’esperienza di sant’Agostino che tanto corrisponde a quella degli adolescenti di oggi. Che rapporto c’è fra i desideri dei ragazzi e i desideri di Dio? Come fa un adolescente a scegliere? Quanto conta il gruppo per la propria scelta personale? È sempre così difficile scegliere? Come fare a restare fedeli? Il racconto di Agostino e le attività collegate diranno la relazione fondamentale fra conversione e vocazione, in una prospettiva che apre alla scoperta di una vita nuova, tutta da vivere e da giocare, per la propria felicità e il bene di tutti.Nel sussidio sono disponibili anche una celebrazione penitenziale, una via Crucis e la descrizione di un pellegrinaggio, fatto «in casa», lungo i luoghi agostiniani della nostra regione (grazie ad una scheda realizzata dell’Azione cattolica studenti). L’impegno di «preghiera, digiuno ed elemosina» rendono il cammino serio e nello stesso tempo calato nella realtà di ogni adolescente.L’itinerario quaresimale adolescenti inizia con un momento simbolico, denominato «Ora X», un incontro fatto alle quattro del pomeriggio (Ora decima) della prima domenica di Quaresima – il 21 febbraio – nel proprio oratorio o in un altro luogo comunitario con il gruppo degli adolescenti (in sintonia con tutti gli altri gruppi della Diocesi che si ritroveranno nello stesso istante). L’Ora X consiste in un breve momento di preghiera (disponibile nel sussidio «Sulle orme di sant’Agostino») che inquadra il cammino, crea uno stacco con il percorso precedente e accelera verso la Gmg e la Pasqua in un clima in cui la parola chiave rimane «conversione».Se l’Ora X è l’inizio dell’itinerario, da vivere all’interno della propria realtà, l’appuntamento della Domenica delle Palme segna ogni anno il confronto con la testimonianza di fede e di vita della comunità cristiana di una città importante della Diocesi. Quest’anno, in cui la Pastorale giovanile si impegna a porre l’attenzione sul tema della vocazione, è emblematico l’incontro con la città di Seveso che, con la presenza del Seminario arcivescovile di San Pietro martire, è uno dei luoghi dove la spiritualità giovanile della Diocesi più si manifesta.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi