Il cardinale Tettamanzi�presiederà�il rito per la�I Zona pastorale presso Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa. Venerdì 19 a Cologno la celebrazione per la VII Zona -


Redazione

Domani sera, nella zona del quartiere Stadera, il cardinale Dionigi Tettamanzi presiederà la quinta Via Crucis della Quaresima 2010, quella valida per la I Zona pastorale (Milano città). Ne seguiranno altre due nelle rimanenti Zone pastorali della Diocesi, sempre alle 20.45 e sempre presiedute dall’Arcivescovo. La Via Crucis partirà alle 20.45 dall’antica chiesa di S. Maria alla Fonte, comunemente conosciuta come Chiesa Rossa (via S. Domenico Savio), risalente ai secoli X-XI, recentemente restaurata e diventata una piccola oasi spirituale all’interno nella metropoli: da pochi mesi è custodita dai Frati Francescani Cappuccini e aperta per la preghiera e il dialogo. La Via Crucis si snoderà poi lungo le vie del quartiere Stadera per concludersi nell’oratorio della parrocchia di Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa (Via Neera, 24).
“Il sacerdozio di Gesù” è il titolo della Via Crucis, collocata nel contesto di questo Anno Sacerdotale. La celebrazione di Milano verrà introdotta dal Vicario episcopale di Zona, monsignor Erminio De Scalzi. Il cammino si snoderà lungo il percorso stabilito con soste nelle sette stazioni che invitano alla contemplazione della passione di Gesù: dall’alleanza del Cenacolo alla consegna di Giuda, dalla preghiera del Getsèmani al processo davanti al Sinedrio, dalle torture dei soldati alla compassione verso le donne e alla morte in croce. In ogni stazione, alla proclamazione del Vangelo seguiranno momenti di silenzio, meditazioni, invocazioni e canti processionali. Domani sera, nella zona del quartiere Stadera, il cardinale Dionigi Tettamanzi presiederà la quinta Via Crucis della Quaresima 2010, quella valida per la I Zona pastorale (Milano città). Ne seguiranno altre due nelle rimanenti Zone pastorali della Diocesi, sempre alle 20.45 e sempre presiedute dall’Arcivescovo. La Via Crucis partirà alle 20.45 dall’antica chiesa di S. Maria alla Fonte, comunemente conosciuta come Chiesa Rossa (via S. Domenico Savio), risalente ai secoli X-XI, recentemente restaurata e diventata una piccola oasi spirituale all’interno nella metropoli: da pochi mesi è custodita dai Frati Francescani Cappuccini e aperta per la preghiera e il dialogo. La Via Crucis si snoderà poi lungo le vie del quartiere Stadera per concludersi nell’oratorio della parrocchia di Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa (Via Neera, 24).“Il sacerdozio di Gesù” è il titolo della Via Crucis, collocata nel contesto di questo Anno Sacerdotale. La celebrazione di Milano verrà introdotta dal Vicario episcopale di Zona, monsignor Erminio De Scalzi. Il cammino si snoderà lungo il percorso stabilito con soste nelle sette stazioni che invitano alla contemplazione della passione di Gesù: dall’alleanza del Cenacolo alla consegna di Giuda, dalla preghiera del Getsèmani al processo davanti al Sinedrio, dalle torture dei soldati alla compassione verso le donne e alla morte in croce. In ogni stazione, alla proclamazione del Vangelo seguiranno momenti di silenzio, meditazioni, invocazioni e canti processionali. Il sussidio I fedeli possono seguire i testi e le preghiere della Via Crucis attraverso un sussidio pubblicato dalla Diocesi, che si intitola Il Sacerdozio di Gesù: Via Crucis (Centro Ambrosiano, pagine 48, euro 2.50). La copertina e le immagini nelle pagine interne, che formano un percorso artistico che si affianca al percorso celebrativo, riprendono le opere realizzate e donate dal maestro Guido Villa di Brusaschetto di Camino (Al). Altre opere a soggetto sacro dell’artista piemontese sono collocate nel Santuario di N.S. di Fatima a Fornace Crocicchio (Vercelli) e sono state esposte nella chiesa di San Bernardino a Vercelli. Gli fanno onore i quadri dipinti in Kenya per la chiesa della Missione di South Horr e soprattutto il ciclo dedicato all’Esodo per la Cattedrale di Isiolo (Kenya), sua è anche la grande Resurrezione sulla facciata.Alle quattro celebrazioni svoltesi finora (Morazzone per la Zona di Varese, Inverigo per la Zona di Monza, Canzo per la Zona di Lecco, Peschiera Borromeo per la Zona di Melegnano) hanno partecipato circa 20 mila fedeli. Le prossime celebrazioni – 19 marzo, h 20.45: Cologno Monzese (Zona pastorale VII)26 marzo, h 20.45: Vanzago (Zona pastorale IV).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi