Presidente è�la pastora valdese-metodista Eliana Briante; vicepresidente, l'ortodosso russo p. Nicolas Makar; segretaria, la cattolica Rosangela Vegetti


Redazione

È stato eletto il nuovo comitato di presidenza del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano (Cccm), l’organismo che riunisce i rappresentanti di 18 Chiese cristiane presenti sul territorio della città. Siamo ormai al secondo decennio di vita del Consiglio e, secondo lo statuto, continua la rotazione delle Chiese alla presidenza. Per quest’anno sono stati eletti: presidente, la pastora valdese-metodista Eliana Briante; vicepresidente, l’ortodosso russo p. Nicolas Makar; segretaria, la cattolica Rosangela Vegetti. Il comitato di presidenza è in carica per un anno rinnovabile solo per un altro anno, poi tutti sono sostituiti sempre secondo il criterio della presenza delle tre appartenenze ecclesiali: ortodossa, evangelica e cattolica.
Alla presidenza compete l’attuazione di quanto le Commissioni (liturgia-pastorale, informazione, giustiza-pace-integrità del creato) nei loro lavori vanno proponendo all’assemblea, e la normale convocazione mensile dell’Assemblea di tutti i delegati/e; inoltre la presidenza partecipa all’attività dell’Associazione Amici del Cccm, il cui compito è la gestione finanziaria dell’organismo.
A partire dal 1998, anno di costituzione del Consiglio, si sono susseguiti sei comitati di presidenza, presieduti dal pastore battista Paolo Spanu, seguito dall’ortodosso romeno p. Traian Valdman, dal cattolico don Gianfranco Bottoni, e ancora dal valdese Gioachino Pistone, da p. Valdman Traian, dalla cattolica Francesca Melzi d’Eril, fino all’attuale pastora Eliana Briante.
A quanti/e sono chiamati/e a questo impegnativo servizio alla Chiesa cristiana ecumenica di Milano l’augurio di un anno fecondo di testimonianza e di proposte. È stato eletto il nuovo comitato di presidenza del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano (Cccm), l’organismo che riunisce i rappresentanti di 18 Chiese cristiane presenti sul territorio della città. Siamo ormai al secondo decennio di vita del Consiglio e, secondo lo statuto, continua la rotazione delle Chiese alla presidenza. Per quest’anno sono stati eletti: presidente, la pastora valdese-metodista Eliana Briante; vicepresidente, l’ortodosso russo p. Nicolas Makar; segretaria, la cattolica Rosangela Vegetti. Il comitato di presidenza è in carica per un anno rinnovabile solo per un altro anno, poi tutti sono sostituiti sempre secondo il criterio della presenza delle tre appartenenze ecclesiali: ortodossa, evangelica e cattolica.Alla presidenza compete l’attuazione di quanto le Commissioni (liturgia-pastorale, informazione, giustiza-pace-integrità del creato) nei loro lavori vanno proponendo all’assemblea, e la normale convocazione mensile dell’Assemblea di tutti i delegati/e; inoltre la presidenza partecipa all’attività dell’Associazione Amici del Cccm, il cui compito è la gestione finanziaria dell’organismo.A partire dal 1998, anno di costituzione del Consiglio, si sono susseguiti sei comitati di presidenza, presieduti dal pastore battista Paolo Spanu, seguito dall’ortodosso romeno p. Traian Valdman, dal cattolico don Gianfranco Bottoni, e ancora dal valdese Gioachino Pistone, da p. Valdman Traian, dalla cattolica Francesca Melzi d’Eril, fino all’attuale pastora Eliana Briante.A quanti/e sono chiamati/e a questo impegnativo servizio alla Chiesa cristiana ecumenica di Milano l’augurio di un anno fecondo di testimonianza e di proposte.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi