Redazione

Ecco le tappe del viaggio che il cardinale Dionigi Tettamanzi ha effettuato nei giorni scorsi in Libano.
Venerdì 16 luglio. Visita a Beirut, in particolare alla cattedrale maronita, quindi passeggiata per le vie del centro.
Sabato 17 luglio. Al mattino visita all’Istituto della Suore di Santa Croce, che ospitano più di mille disabili psichici: l’Arcivescovo ha visitato il reparto dei bambini e degli adulti. Successivamente visita al Santuario di Nostra Signora del Libano e incontro con il nunzio apostolico. Nel pomeriggio, nalla giornata dedicata alla carità, visita ai preti anziani ospiti della casa di riposo dedicata a Cristo Re (anch’essa gestita dalle religiose).
Domenica 18 luglio. Visita a Biblos e Kfifan, al monastero di Saint Al-Hardini dove è sepolto il Beato frère Estephan Nehmé, e al monastero di Saint Rafca. La giornata si è conclusa con la visita ad Ain Kfae, villaggio natale di monsignor Farhat.
Lunedì 19 luglio. Passaggio da Sidone e visita a Tiro, quindi salita alla Valle di Choufa con tappa al villaggio di Deir El Kmar.
Martedì 20 luglio. Tappa nella Valle dei Santi, al Nord, in particolare per visitare il Museo di Kahlil Gibran. Visita alla sede patriarcale di Dymane e alle Grotte di Jeita, quindi celebrazione in rito maronita presso il villaggio di Maarab.
Mercoledì 21 luglio. Al monastero di Saint Charbel Makhlouf (monaco maronita vissuto nel secolo scorso) celebrazione in rito ambrosiano; visita a Kfar Sama presso il Village de la Paix, villaggio per gli orfani. Nel pomeriggio conferenza “Milano e l’Oriente” presso il convento Mar Roukoz a Dekwaneh.
Giovedì 22 luglio. Incontro con il Presidente della Repubblica, quindi visita al paese cristiano Zahlé, nella Valle della Bekaa. Ecco le tappe del viaggio che il cardinale Dionigi Tettamanzi ha effettuato nei giorni scorsi in Libano.Venerdì 16 luglio. Visita a Beirut, in particolare alla cattedrale maronita, quindi passeggiata per le vie del centro.Sabato 17 luglio. Al mattino visita all’Istituto della Suore di Santa Croce, che ospitano più di mille disabili psichici: l’Arcivescovo ha visitato il reparto dei bambini e degli adulti. Successivamente visita al Santuario di Nostra Signora del Libano e incontro con il nunzio apostolico. Nel pomeriggio, nalla giornata dedicata alla carità, visita ai preti anziani ospiti della casa di riposo dedicata a Cristo Re (anch’essa gestita dalle religiose).Domenica 18 luglio. Visita a Biblos e Kfifan, al monastero di Saint Al-Hardini dove è sepolto il Beato frère Estephan Nehmé, e al monastero di Saint Rafca. La giornata si è conclusa con la visita ad Ain Kfae, villaggio natale di monsignor Farhat.Lunedì 19 luglio. Passaggio da Sidone e visita a Tiro, quindi salita alla Valle di Choufa con tappa al villaggio di Deir El Kmar.Martedì 20 luglio. Tappa nella Valle dei Santi, al Nord, in particolare per visitare il Museo di Kahlil Gibran. Visita alla sede patriarcale di Dymane e alle Grotte di Jeita, quindi celebrazione in rito maronita presso il villaggio di Maarab.Mercoledì 21 luglio. Al monastero di Saint Charbel Makhlouf (monaco maronita vissuto nel secolo scorso) celebrazione in rito ambrosiano; visita a Kfar Sama presso il Village de la Paix, villaggio per gli orfani. Nel pomeriggio conferenza “Milano e l’Oriente” presso il convento Mar Roukoz a Dekwaneh.Giovedì 22 luglio. Incontro con il Presidente della Repubblica, quindi visita al paese cristiano Zahlé, nella Valle della Bekaa.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi