Lunedì 1 novembre, solenne esposizione dell'urna con le reliquie del Santo in Duomo. Giovedì 4 novembre, Pontificale presieduto dall'Arcivescovo in Duomo alle 18.30: sono invitate a partecipare le parrocchie che abbiano la chiesa parrocchiale o una chiesa sussidiaria dedicata al Borromeo


Redazione

Si avvicina il 4 novembre, festa di San Carlo Borromeo, copatrono della Diocesi, che quest’anno assume ulteriore solennità nel quarto centenario della sua canonizzazione, avvenuta l’1 novembre 1610. Le celebrazioni diocesane di questo anniversario si apriranno ufficialmente il 4 novembre, con il Pontificale presieduto dall’Arcivescovo in Duomo alle 18.30, mentre lunedì 1 novembre, alle 11, in Duomo, avrà luogo la solenne esposizione dell’urna con le reliquie del Santo presso l’altare di San Giovanni Bono.
In occasione del Pontificale del 4 novembre, il cardinale Tettamanzi desidera che alla celebrazione siano presenti – con i sacerdoti e una significativa rappresentanza di fedeli – le parrocchie che abbiano la chiesa parrocchiale o una chiesa sussidiaria dedicata a San Carlo. Nella lettera di invito ai parroci di queste parrocchie, monsignor Luigi Manganini, Vicario episcopale per l’evangelizzazione e i sacramenti, spiega che «la festa popolare del Santo patrono in parrocchia potrebbe essere anticipata a domenica 31 ottobre e celebrata con una solenne messa votiva di San Carlo, proprio nell’immediata vicinanza del giorno anniversario della canonizzazione, oltre che con una celebrazione vigiliare nelle ore serali di mercoledì 3 novembre, in apertura della solennità liturgica di San Carlo».
Così potrebbe quindi dipanarsi il calendario delle celebrazioni “caroline”:
domenica 31 ottobre: festa di San Carlo Borromeo nelle parrocchie a lui dedicate;
lunedì 1 novembre: esposizione dell’urna con le reliquie di San Carlo in Duomo;
mercoledì 3 novembre: celebrazione vespertina vigiliare della solennità di San Carlo nelle parrocchie a lui dedicate;
giovedì 4 novembre: Pontificale in Duomo presieduto dall’Arcivescovo, alla presenza delle parrocchie con chiese a lui dedicate.
Le parrocchie che intendono prendere parte al Pontificale del 4 novembre sono pregate di segnalare alla Segreteria del Duomo (tel. 02.877048 – cattedrale@duomomilano.it) entro il 29 ottobre il numero dei sacerdoti e dei fedeli componenti la propria delegazione. I sacerdoti che desiderano concelebrare sono invitati a portare con sé il proprio camice, mentre la stola sarà messa a disposizione dalla Sacrestia del Duomo e potrà essere ritirata nel Tornacoro. Si avvicina il 4 novembre, festa di San Carlo Borromeo, copatrono della Diocesi, che quest’anno assume ulteriore solennità nel quarto centenario della sua canonizzazione, avvenuta l’1 novembre 1610. Le celebrazioni diocesane di questo anniversario si apriranno ufficialmente il 4 novembre, con il Pontificale presieduto dall’Arcivescovo in Duomo alle 18.30, mentre lunedì 1 novembre, alle 11, in Duomo, avrà luogo la solenne esposizione dell’urna con le reliquie del Santo presso l’altare di San Giovanni Bono.In occasione del Pontificale del 4 novembre, il cardinale Tettamanzi desidera che alla celebrazione siano presenti – con i sacerdoti e una significativa rappresentanza di fedeli – le parrocchie che abbiano la chiesa parrocchiale o una chiesa sussidiaria dedicata a San Carlo. Nella lettera di invito ai parroci di queste parrocchie, monsignor Luigi Manganini, Vicario episcopale per l’evangelizzazione e i sacramenti, spiega che «la festa popolare del Santo patrono in parrocchia potrebbe essere anticipata a domenica 31 ottobre e celebrata con una solenne messa votiva di San Carlo, proprio nell’immediata vicinanza del giorno anniversario della canonizzazione, oltre che con una celebrazione vigiliare nelle ore serali di mercoledì 3 novembre, in apertura della solennità liturgica di San Carlo».Così potrebbe quindi dipanarsi il calendario delle celebrazioni “caroline”:domenica 31 ottobre: festa di San Carlo Borromeo nelle parrocchie a lui dedicate;lunedì 1 novembre: esposizione dell’urna con le reliquie di San Carlo in Duomo;mercoledì 3 novembre: celebrazione vespertina vigiliare della solennità di San Carlo nelle parrocchie a lui dedicate;giovedì 4 novembre: Pontificale in Duomo presieduto dall’Arcivescovo, alla presenza delle parrocchie con chiese a lui dedicate.Le parrocchie che intendono prendere parte al Pontificale del 4 novembre sono pregate di segnalare alla Segreteria del Duomo (tel. 02.877048 – cattedrale@duomomilano.it) entro il 29 ottobre il numero dei sacerdoti e dei fedeli componenti la propria delegazione. I sacerdoti che desiderano concelebrare sono invitati a portare con sé il proprio camice, mentre la stola sarà messa a disposizione dalla Sacrestia del Duomo e potrà essere ritirata nel Tornacoro. Pellegrinaggi e Via crucis L’urna con il corpo di San Carlo rimarrà esposta in Duomo presso l’altare di San Giovanni Bono, per la venerazione dei fedeli, fino al 31 luglio 2011. I decanati della Diocesi sono stati invitati a organizzare durante l’anno pastorale un pellegrinaggio presso l’urna del Santo. Per le modalità del pellegrinaggio dovrà essere contattata la segreteria del Duomo. I pellegrini al loro arrivo saranno accolti dal servizio della Cattedrale e sarà messa a disposizione una guida per la preghiera.Sono previsti anche pellegrinaggi ai “luoghi” di San Carlo; tra questi, di grande significato è il Sacro Monte di Varallo dove la Diocesi organizzerà per sabato 9 aprile prossimo un pellegrinaggio guidato dall’Arcivescovo con i Decani, i membri dei Consigli pastorale e presbiterale della Diocesi, i membri del Coordinamento Associazioni, Gruppi, Movimenti.In questo anno pastorale, anche la Via Crucis quaresimale guidata dall’Arcivescovo nelle Zone pastorali sarà nel segno di San Carlo. La prima celebrazione si terrà nella città di Milano il 14 marzo, primo lunedì di Quaresima, con la croce che San Carlo portava per le vie della città e dei paesi della Diocesi; la Via Crucis di Milano terminerà in Duomo dove verrà dato ai fedeli il segno dell’imposizione delle ceneri. Anche nella Via Crucis delle altre Zone pastorali verrà portata la croce di San Carlo. Terminata la Via Crucis in una Zona, il giorno dopo questa croce sarà subito esposta nella chiesa dove si terrà la Via Crucis successiva per aiutare a introdursi alla meditazione della Passione del Signore. Dirette sul Portale, Radio Mater e Telenova 2 – Le celebrazioni di San Carlo saranno trasmesse in diretta da www.chiesadimilano.it, Radio Mater e Telenova 2. Il Portale diocesano, l’emittente radiofonica di Erba�e il canale�televisivo digitale si collegheranno con il Duomo�lunedì 1 novembre, alle 11, in occasione della solenne esposizione dell’Urna con le reliquie del Santo presso l’altare di San Giovanni Bono, e giovedì 4 novembre, alle 18.30, per il Pontificale presieduto dall’Arcivescovo. – Il manifesto (https://www.chiesadimilano.it/or/ADMI/pagine/00_PORTALE/2010/san_carlo.pdf) – () – Il manifesto (https://www.chiesadimilano.it/or/ADMI/pagine/00_PORTALE/2010/san_carlo.pdf)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi