Una due-giorni� nel decanato di Porlezza per il cardinale Tettamanzi, in occasione dei 500 anni della consacrazione delle rispettive chiese parrocchiali


Redazione

Lunedì 2 e martedì 3 agosto il cardinale Dionigi Tettamanzi si è recato in visita a Osteno e Claino in occasione del Giubileo dei 500 anni dalla consacrazione delle chiese parrocchiali dei Santi Pietro e Paolo (a Osteno, consacrata il 2 agosto 1510) e San Vincenzo Martire (a Claino, consacrata il 3 agosto 1510). Entrambi i paesi (Osteno conta 277 abitanti, Claino 267) appartengono alla Comunità pastorale S. Ambrogio, che comprende Porlezza, Cima, Piano di Porlezza e San Pietro Sovera.
Intenso il programma della visita dell’Arcivescovo. Lunedì 2 agosto il cardinale Tettamanzi è giunto�in mattinata a Osteno:�accolto in piazza Cavour (sul lungolago),�da lì è salito�alla chiesa parrocchiale passando dall’oratorio e dalla “scalotta” di San Carlo. Alle 10.30 è stata celebrata la messa nell’anniversario della Consacrazione, al termine della quale l’Arcivescovo�ha incontrato i parrocchiani�presenti alla celebrazione.
Nel pomeriggio il Cardinale si è poi intrattenuto�con i ragazzi del Centro Diurno Disabili e gli anziani della “Casa – Albergo Stella” di Porlezza, dopodiché ha visitato la comunità estiva delle Suore Infermiere dell’Addolorata a Carlazzo. Dopo�i vesperi nell’antica chiesa di San Maurizio, l’Arcivescovo ha�fatto�ritorno alla casa parrocchiale di Porlezza.
Martedì 3 agosto, alle 10, il cardinal Tettamanzi è quindi partito�per Claino, dove è stato�accolto in piazza Pagani. Dopo una tappa alla cappella di San Giuseppe, si è recato presso la chiesa parrocchiale, dove�ha presieduto�la messa nell’anniversario della consacrazione. Al termine�di un piccolo rinfresco sul piazzale antistante la chiesa, l’Arcivescovo ha portato il suo saluto un’anziana che in ottobre compirà 100 anni. Lunedì 2 e martedì 3 agosto il cardinale Dionigi Tettamanzi si è recato in visita a Osteno e Claino in occasione del Giubileo dei 500 anni dalla consacrazione delle chiese parrocchiali dei Santi Pietro e Paolo (a Osteno, consacrata il 2 agosto 1510) e San Vincenzo Martire (a Claino, consacrata il 3 agosto 1510). Entrambi i paesi (Osteno conta 277 abitanti, Claino 267) appartengono alla Comunità pastorale S. Ambrogio, che comprende Porlezza, Cima, Piano di Porlezza e San Pietro Sovera.Intenso il programma della visita dell’Arcivescovo. Lunedì 2 agosto il cardinale Tettamanzi è giunto�in mattinata a Osteno:�accolto in piazza Cavour (sul lungolago),�da lì è salito�alla chiesa parrocchiale passando dall’oratorio e dalla “scalotta” di San Carlo. Alle 10.30 è stata celebrata la messa nell’anniversario della Consacrazione, al termine della quale l’Arcivescovo�ha incontrato i parrocchiani�presenti alla celebrazione.Nel pomeriggio il Cardinale si è poi intrattenuto�con i ragazzi del Centro Diurno Disabili e gli anziani della “Casa – Albergo Stella” di Porlezza, dopodiché ha visitato la comunità estiva delle Suore Infermiere dell’Addolorata a Carlazzo. Dopo�i vesperi nell’antica chiesa di San Maurizio, l’Arcivescovo ha�fatto�ritorno alla casa parrocchiale di Porlezza.Martedì 3 agosto, alle 10, il cardinal Tettamanzi è quindi partito�per Claino, dove è stato�accolto in piazza Pagani. Dopo una tappa alla cappella di San Giuseppe, si è recato presso la chiesa parrocchiale, dove�ha presieduto�la messa nell’anniversario della consacrazione. Al termine�di un piccolo rinfresco sul piazzale antistante la chiesa, l’Arcivescovo ha portato il suo saluto un’anziana che in ottobre compirà 100 anni. – – Il 2 agosto a Osteno (photogallery) – Il 3 agosto a Claino(photogallery)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi