Uno spettacolo teatrale nelle chiese della città ispirato dalla poesia di Gozzano che racconta il peregrinare di Maria e Giuseppe alla ricerca di accoglienza. L'iniziativa si deve alle associazioni Identità Plurali e Puntozero e alla collaborazione di Casa della Carità e Caritas Ambrosiana


Redazione

Nella nota poesia di Guido Gozzano, La notte Santa, Maria e Giuseppe sono in viaggio per il censimento. Si fermano a Betlemme dove cercano un posto per riposarsi. Bussano alle porte, ma vengono respinti. Lei è ormai pronta a partorire. È questo lo spunto da cui trae ispirazione lo spettacolo teatrale La notte Santa-Rappresentazione di un avvento, allestito dalle associazioni Identità Plurali e Puntozero grazie alla collaborazione di Fondazione Casa della Carità e Caritas Ambrosiana.
Il testo di Gozzano, a metà tra filastrocca per bambini e racconto popolare, diventa oggi un modo per riflettere sul tema dell’accoglienza. La poesia viene riletta dagli autori della pièce attraverso una sovrapposizione tra sacro e attuale mettendo in scena i conflitti del presente e i respingimenti delle Marie e dei Giuseppe di oggi. Ne La notte Santa-Rappresentazione di un avvento i versi di Gozzano vengono musicati e cantati e costituiscono il punto di partenza per un’azione scenica accompagnata anche dalla recitazione di testi di Erri De Luca ed Enzo Avitabile. Accanto ai musicisti e agli attori professionisti che fanno parte dell’associazione Identità Plurali sono stati coinvolti nella recitazione gli ospiti della Casa della Carità, i rifugiati del centro diurno Il filo dell’aquilone della cooperativa Farsi prossimo e i minori dell’area penale interna ed esterna del carcere Beccaria.
Il calendario delle rappresentazioni prevede tre appuntamenti a ingresso libero, fino a esaurimento posti, in altrettante chiese di Milano, dal centro alla periferia:
– giovedì 16 dicembre, alle 21, chiesa Santa Maria Annunziata in Chiesa Rossa, via Neera 25
– sabato 18 dicembre, alle 21, chiesa San Marco, piazza San Marco
– domenica 19 dicembre, alle 16, chiesa San Giovanni Crisostomo, via Padova 116
Inoltre, lunedì 20 dicembre, alle 20, presso l’istituto penale Cesare Beccaria, si terrà un’ulteriore replica dello spettacolo solo su inviti. Nella nota poesia di Guido Gozzano, La notte Santa, Maria e Giuseppe sono in viaggio per il censimento. Si fermano a Betlemme dove cercano un posto per riposarsi. Bussano alle porte, ma vengono respinti. Lei è ormai pronta a partorire. È questo lo spunto da cui trae ispirazione lo spettacolo teatrale La notte Santa-Rappresentazione di un avvento, allestito dalle associazioni Identità Plurali e Puntozero grazie alla collaborazione di Fondazione Casa della Carità e Caritas Ambrosiana.Il testo di Gozzano, a metà tra filastrocca per bambini e racconto popolare, diventa oggi un modo per riflettere sul tema dell’accoglienza. La poesia viene riletta dagli autori della pièce attraverso una sovrapposizione tra sacro e attuale mettendo in scena i conflitti del presente e i respingimenti delle Marie e dei Giuseppe di oggi. Ne La notte Santa-Rappresentazione di un avvento i versi di Gozzano vengono musicati e cantati e costituiscono il punto di partenza per un’azione scenica accompagnata anche dalla recitazione di testi di Erri De Luca ed Enzo Avitabile. Accanto ai musicisti e agli attori professionisti che fanno parte dell’associazione Identità Plurali sono stati coinvolti nella recitazione gli ospiti della Casa della Carità, i rifugiati del centro diurno Il filo dell’aquilone della cooperativa Farsi prossimo e i minori dell’area penale interna ed esterna del carcere Beccaria.Il calendario delle rappresentazioni prevede tre appuntamenti a ingresso libero, fino a esaurimento posti, in altrettante chiese di Milano, dal centro alla periferia:- giovedì 16 dicembre, alle 21, chiesa Santa Maria Annunziata in Chiesa Rossa, via Neera 25- sabato 18 dicembre, alle 21, chiesa San Marco, piazza San Marco- domenica 19 dicembre, alle 16, chiesa San Giovanni Crisostomo, via Padova 116Inoltre, lunedì 20 dicembre, alle 20, presso l’istituto penale Cesare Beccaria, si terrà un’ulteriore replica dello spettacolo solo su inviti. La scheda – Progetto e direzione artistica: Ciro Menale e Giuseppe ScutellàMusicisti: Raffaele Brancati, Germano Cherchi, Antonio Pani e Iancu Persic Attori: Mavis Castellanos, Natasa Cosic, Camilla Frontini, Rosalba Genovese, Lisa Mazoni, Francesco SalaAudio: Salvatore InzerilloOrganizzazione: Andrea ChersiclaCon il contributo di: Fondazione Cariplo, Fondazione Cesare Pozzo per la mutualità, Rane Volanti

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi