Al via le iniziative di Caritas e Pastorale giovanile nelle carceri. Il percorso si articola in alcune tappe: un convegno di formazione, uno preliminare di preparazione con i cappellani, l'incontro con i carcerati. Iscrizioni entro il 31 marzo. Possono aderire anche i gruppi giovanili


Redazione

Il percorso “Giovani e carcere” si colloca all’interno di “Giovani e servizio” e si articola in alcune tappe: un convegno di formazione, un incontro preliminare di preparazione con i cappellani, l’incontro dei giovani con i detenuti delle carceri diocesane. Possono aderire al percorso non solo i giovani singolarmente interessati, ma anche i gruppi giovanili.
Partendo dall’invito di Giovanni Paolo II in occasione della Gmg del 2000 a Tor Vergata, i giovani della Diocesi di Milano hanno intrapreso il percorso “Sentinelle del mattino” che si è concluso con il Sinodo dei Giovani (gennaio-febbraio 2002) al quale il cardinale Martini ha risposto con tre consegne: «A tutti voi… vorrei affidare tre consegne decisive. Sono le stesse che l’evangelista Luca ha affidato alla comunità cristiana attraverso la pagina di Zaccheo. Questa solida tradizione vi accompagni, alimenti la vostra vita e sia l’anima del vostro futuro: cercate Gesù, che viene a salvare ciò che è perduto; costruite esperienze nuove di vita comune; rimanete vicini ai poveri al servizio del mondo».
A questa ultima consegna si collega la proposta di incontro con i giovani nelle carceri promossa dalla Caritas Ambrosiana, insieme con il Servizio giovani della Pastorale giovanile e con i Cappellani delle carceri del territorio diocesano. Essa risponde a una precisa richiesta degli stessi giovani che hanno partecipato al percorso “Sentinelle del mattino” che hanno voluto, in quell’occasione, ascoltare anche i loro coetanei detenuti nelle carceri. Il percorso “Giovani e carcere” si colloca all’interno di “Giovani e servizio” e si articola in alcune tappe: un convegno di formazione, un incontro preliminare di preparazione con i cappellani, l’incontro dei giovani con i detenuti delle carceri diocesane. Possono aderire al percorso non solo i giovani singolarmente interessati, ma anche i gruppi giovanili.Partendo dall’invito di Giovanni Paolo II in occasione della Gmg del 2000 a Tor Vergata, i giovani della Diocesi di Milano hanno intrapreso il percorso “Sentinelle del mattino” che si è concluso con il Sinodo dei Giovani (gennaio-febbraio 2002) al quale il cardinale Martini ha risposto con tre consegne: «A tutti voi… vorrei affidare tre consegne decisive. Sono le stesse che l’evangelista Luca ha affidato alla comunità cristiana attraverso la pagina di Zaccheo. Questa solida tradizione vi accompagni, alimenti la vostra vita e sia l’anima del vostro futuro: cercate Gesù, che viene a salvare ciò che è perduto; costruite esperienze nuove di vita comune; rimanete vicini ai poveri al servizio del mondo».A questa ultima consegna si collega la proposta di incontro con i giovani nelle carceri promossa dalla Caritas Ambrosiana, insieme con il Servizio giovani della Pastorale giovanile e con i Cappellani delle carceri del territorio diocesano. Essa risponde a una precisa richiesta degli stessi giovani che hanno partecipato al percorso “Sentinelle del mattino” che hanno voluto, in quell’occasione, ascoltare anche i loro coetanei detenuti nelle carceri. Gli appuntamenti Anche per il 2010 viene riproposto il percorso “Giovani e carcere” nei diversi appuntamenti che lo delineano.Innanzitutto, sabato 10 aprile con il convegno di formazione: un momento di formazione sui temi del carcere e della pena, in preparazione all’incontro con i detenuti. Si terrà presso la Caritas Ambrosiana (via San Bernardino 4, Milano), dalle 14.30 alle 17.30. Interverranno Claudia Mazzucato, ricercatrice di Diritto penale presso l’Università Cattolica di Milano e volontaria di “Dike – Associazione per la mediazione dei conflitti”; don Maurizio Tremolada, responsabile del Servizio giovani di Pastorale giovanile. Il convegno è aperto a tutti i giovani, oltre a quelli che parteciperanno all’incontro in carcere con i detenuti.Dal 12 al 22 aprile l’incontro con i Cappellani, in preparazione all’incontro con i detenuti nelle carceri. La sede e gli orari dell’incontro saranno comunicati agli iscritti via mail. Nel corso dell’incontro verranno fornite indicazioni precise circa le modalità della visita nelle carceri diocesane prevista per sabato 24 aprile, con l’incontro dei giovani con i detenuti nelle carceri: un momento di confronto all’interno delle diverse carceri presenti sul territorio della Diocesi di Milano.In particolare i giovani potranno visitare i seguenti carceri: Busto Arsizio; Bollate; Lecco; Milano (Opera); Milano (San Vittore); Monza; Varese. Adesioni e informazioni sul percorso sono reperibili sul sito della Caritas Ambrosiana e del Servizio giovani di Pastorale giovanile. Su entrambi i siti è possibile compilare on-line la scheda d’iscrizione entro e non oltre il prossimo 31 marzo.Info: tel. 02.58391386 – fax 02.76021676 – giovani.ambrosiana@caritas.ittel. 02.58391330 – giovani@diocesi.milano.it – www.chiesadimilano.it/giovani

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi