Redazione

I compiti del Decano sono descritti nel 47° Sinodo della Diocesi di Milano. Innanzitutto, ha il compito di «promuovere, a vari livelli e nei modi che riterrà opportuni, una lettura del territorio del Decanato per individuare bisogni e risorse, stimolando al meglio le realtà ecclesiali e offrendo le indicazioni circa una migliore valorizzazione delle energie pastorali».
Il Decano è tenuto a «promuovere e presiedere riunioni almeno mensili dei presbiteri e dei diaconi, al fine di favorirne la fraternità e sostenerne la vita spirituale e la formazione permanente; coordinare le attività delle singole parrocchie e delle altre realtà ecclesiali, con particolare attenzione alle celebrazioni e agli orari; dare attuazione agli orientamenti e ai programmi elaborati dal consiglio pastorale decanale e approvati dal Vicario episcopale di Zona».
Inoltre il Decano ha il compito di promuovere la collaborazione delle persone consacrate, dell’Azione Cattolica e delle aggregazioni ecclesiali di laici, e a prendersi cura dei confratelli anziani e ammalati.
Durante il proprio mandato il Decano deve visitare, almeno due volte, le parrocchie del Decanato, inviando al Vicario episcopale di Zona una relazione sulla visita compiuta. I compiti del Decano sono descritti nel 47° Sinodo della Diocesi di Milano. Innanzitutto, ha il compito di «promuovere, a vari livelli e nei modi che riterrà opportuni, una lettura del territorio del Decanato per individuare bisogni e risorse, stimolando al meglio le realtà ecclesiali e offrendo le indicazioni circa una migliore valorizzazione delle energie pastorali».Il Decano è tenuto a «promuovere e presiedere riunioni almeno mensili dei presbiteri e dei diaconi, al fine di favorirne la fraternità e sostenerne la vita spirituale e la formazione permanente; coordinare le attività delle singole parrocchie e delle altre realtà ecclesiali, con particolare attenzione alle celebrazioni e agli orari; dare attuazione agli orientamenti e ai programmi elaborati dal consiglio pastorale decanale e approvati dal Vicario episcopale di Zona».Inoltre il Decano ha il compito di promuovere la collaborazione delle persone consacrate, dell’Azione Cattolica e delle aggregazioni ecclesiali di laici, e a prendersi cura dei confratelli anziani e ammalati.Durante il proprio mandato il Decano deve visitare, almeno due volte, le parrocchie del Decanato, inviando al Vicario episcopale di Zona una relazione sulla visita compiuta.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi