La celebrazione del VII Incontro mondiale metterà a fuoco tre modi di rendere vivibile la vita quotidiana: aprire la casa (le relazioni), abitare il mondo (il lavoro), umanizzare il tempo (la festa)

di + Franco Giulio BRAMBILLA Vescovo ausiliare
Redazione

Famiglia, lavoro, festa sono le tre parole del tema del VII Incontro mondiale delle Famiglie che si terrà a Milano dal 28 maggio al 3 giugno 2012. Esse formano un trinomio che parte dalla famiglia per aprirla al mondo: il lavoro e la festa sono modi con cui la famiglia abita lo “spazio” sociale e rende vivibile il “tempo” umano. Due sono le novità di questo VII incontro: esso prevede un cammino verso Milano nelle singole Chiese locali e nazionali dei cinque continenti; l’Incontro di Milano non interesserà solo la Diocesi ambrosiana, ma tutte le Chiese di Lombardia. Vuole essere un evento veramente corale. La celebrazione dell’Incontro mondiale metterà a fuoco tre modi di rendere vivibile la vita quotidiana: aprire la casa (le relazioni), abitare il mondo (il lavoro), umanizzare il tempo (la festa).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi