Il Cim ("Coetus Internationalis Ministrantium") si tiene ogni cinque anni: le realtà ambrosiane presenti sono quelle della parrocchia di Castello (Lc) e dell'Unità di Pastorale Giovanile San Filippo Neri di Camparada, Correzzana, Gerno, Lesmo e Peregallo

di Marcello VILLANI
Redazione

Anche due gruppi di chierichetti provenienti dalla Diocesi di Milano – e in particolare dal Lecchese e dalla Brianza – partecipano al Cim, il Coetus Internationalis Ministrantium che si svolgerà a Roma il 3 e 4 agosto e che avrà per motto “Bere alla vera fonte”. Il Cim sostiene la Pastorale dei ministranti in tutti i Paesi, nelle diocesi e nelle parrocchie. Si occupa della formazione dei ministranti più grandi, delle guide, dei responsabili e degli accompagnatori e organizza incontri per ministranti nel decanato, nella diocesi, nel proprio paese e incontri internazionali, in modo particolare il pellegrinaggio internazionale a Roma ogni 5 anni.
Da Castello, sopra Lecco – una parrocchia molto popolosa e piena di fedeli, attivissima e con una gioventù variegata, ma partecipe – andranno a Roma una cinquantina di chierichetti. Il gruppo ministranti della parrocchia – che vanta la bellezza di 72 ragazzi guidati da quattro giovani, Paolo, Giovanni, Giacomo e Claudio, sostenuti con entusiasmo dal parroco don Egidio Casalone – saranno accompagnati a Roma da don Paolo Maria Ventura, responsabile della pastorale giovanile decanale e coadiutore alla parrocchia di San Carlo al Porto a Malgrate.
Per l’occasione don Paolo ha proposto di aggiungere due giorni in più di soggiorno a Roma per dare la possibilità ai partecipanti di poter visitare i luoghi simbolo della fede cristiana. Per questo motivo il pellegrinaggio inizierà domenica 1 agosto e si concluderà mercoledì 4 con l’incontro e la visita alla Basilica Vaticana con il cardinale Angelo Comastri, arciprete della Basilica e vicario generale del Papa per la Città del Vaticano.
Don Ventura non ha dubbi sull’importanza di questo evento: «Siamo convinti che la Pastorale dei ministranti sia un aspetto importante della Pastorale giovanile e soprattutto vocazionale e che sia possibile realizzarla in ogni parrocchia. Per prepararci seriamente a questo appuntamento, a partire da ottobre insieme ai responsabili del gruppo abbiamo fatto un cammino spirituale intenso che ha avuto come filo conduttore la simbologia dell’acqua nella Bibbia con particolare riferimento all’incontro di Gesù con la Samaritana narrato nel capitolo 4 del Vangelo di Giovanni. Questo cammino è stato segnato anche da tre uscite ai santuari mariani di Caravaggio, Tirano e Santa Maria del Fonte (Sacro Monte di Varese). Ora siamo pronti a partecipare a questo evento spirituale europeo alla presenza di Benedetto XVI».
I chierichetti di Castello sono davvero molto attivi e sono già entusiasti all’idea di partecipare al Cim. Per chi fosse interessato alla loro realtà, sono presenti con un loro spazio sul sito della parrocchia di Castello nella homepage del gruppo chierichetti. Anche due gruppi di chierichetti provenienti dalla Diocesi di Milano – e in particolare dal Lecchese e dalla Brianza – partecipano al Cim, il Coetus Internationalis Ministrantium che si svolgerà a Roma il 3 e 4 agosto e che avrà per motto “Bere alla vera fonte”. Il Cim sostiene la Pastorale dei ministranti in tutti i Paesi, nelle diocesi e nelle parrocchie. Si occupa della formazione dei ministranti più grandi, delle guide, dei responsabili e degli accompagnatori e organizza incontri per ministranti nel decanato, nella diocesi, nel proprio paese e incontri internazionali, in modo particolare il pellegrinaggio internazionale a Roma ogni 5 anni.Da Castello, sopra Lecco – una parrocchia molto popolosa e piena di fedeli, attivissima e con una gioventù variegata, ma partecipe – andranno a Roma una cinquantina di chierichetti. Il gruppo ministranti della parrocchia – che vanta la bellezza di 72 ragazzi guidati da quattro giovani, Paolo, Giovanni, Giacomo e Claudio, sostenuti con entusiasmo dal parroco don Egidio Casalone – saranno accompagnati a Roma da don Paolo Maria Ventura, responsabile della pastorale giovanile decanale e coadiutore alla parrocchia di San Carlo al Porto a Malgrate.Per l’occasione don Paolo ha proposto di aggiungere due giorni in più di soggiorno a Roma per dare la possibilità ai partecipanti di poter visitare i luoghi simbolo della fede cristiana. Per questo motivo il pellegrinaggio inizierà domenica 1 agosto e si concluderà mercoledì 4 con l’incontro e la visita alla Basilica Vaticana con il cardinale Angelo Comastri, arciprete della Basilica e vicario generale del Papa per la Città del Vaticano.Don Ventura non ha dubbi sull’importanza di questo evento: «Siamo convinti che la Pastorale dei ministranti sia un aspetto importante della Pastorale giovanile e soprattutto vocazionale e che sia possibile realizzarla in ogni parrocchia. Per prepararci seriamente a questo appuntamento, a partire da ottobre insieme ai responsabili del gruppo abbiamo fatto un cammino spirituale intenso che ha avuto come filo conduttore la simbologia dell’acqua nella Bibbia con particolare riferimento all’incontro di Gesù con la Samaritana narrato nel capitolo 4 del Vangelo di Giovanni. Questo cammino è stato segnato anche da tre uscite ai santuari mariani di Caravaggio, Tirano e Santa Maria del Fonte (Sacro Monte di Varese). Ora siamo pronti a partecipare a questo evento spirituale europeo alla presenza di Benedetto XVI».I chierichetti di Castello sono davvero molto attivi e sono già entusiasti all’idea di partecipare al Cim. Per chi fosse interessato alla loro realtà, sono presenti con un loro spazio sul sito della parrocchia di Castello nella homepage del gruppo chierichetti. Il gruppo di San Filippo Neri Anche il Gruppo Chierichetti San Tarcisio dell’Unità di Pastorale Giovanile San Filippo Neri di Camparada, Correzzana, Gerno, Lesmo e Peregallo partecipa a questo momento di gioia e di fede con i chierichetti di tutto il mondo attorno a Benedetto XVI, a poche settimana dalla conclusione dell’Anno Sacerdotale e nel giorno (4 agosto) in cui la Chiesa ricorda liturgicamente la figura di San Giovanni Maria Vianney, il Santo Curato d’Ars.Martedì 3 agosto, alle 21, il gruppo parteciperà alla celebrazione eucaristica nella chiesa dell’Annunciazione, poi partirà in pullman dal piazzale della chiesa a Peregallo. L’arrivo a Roma è previsto alle 6.30 di mercoledì. In mattinata visita alla Basilica di San Pietro; alle 10.30 partecipazione all’Udienza Generale del Santo Padre. Nel pomeriggio, alle 16.30 partenza da Roma per fare ritorno a Lesmo. L’udienza con il Papa – Saranno 53 mila i partecipanti al pellegrinaggio internazionale dei ministranti, che si svolgerà a Roma dal 2 al 4 agosto prossimo, quando i chierichetti parteciperanno all’Udienza generale di Benedetto XVI in piazza San Pietro. All’evento, organizzato dal Coetus Internationalis Ministrantium (Cim), partecipano ragazzi di oltre 12 Paesi. Per la Germania saranno presenti 45 mila giovani pellegrini, mentre altri 8 mila sono attesi da altre nazioni europee, tra cui l’Austria, l’Ungheria, la Francia, la Romania e la Svizzera. – Dal 23 agosto le Tre giorni per le chierichette

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi