L'occasione per uno sguardo rivolto al nuovo anno pastorale, che si aprirà l'8 settembre: l'Arcivescovo presenterà i temi al centro dell'impegno della Chiesa ambrosiana, a partire dalla figura di San Carlo


Redazione

Da lunedì 30 agosto a mercoledì 1 settembre il Seminario di Venegono Inferiore ospiterà la Tre Giorni Decani, tradizionale incontro di inizio anno pastorale presieduto dall’Arcivescovo. È l’occasione per uno sguardo rivolto al nuovo anno, che si aprirà l’8 settembre in Duomo, nella festa della Natività della Beata Vergine Maria.
In occasione della Tre Giorni il cardinale Tettamanzi presenterà ai Decani le linee del prossimo cammino della Chiesa ambrosiana. L’anno sarà caratterizzato dall’approfondimento della figura di San Carlo Borromeo nel quarto centenario della sua canonizzazione, punto di partenza per «sottolineare con forza la vocazione quotidiana dei cristiani alla santità», come ha spiegato lo stesso Arcivescovo nel recente incontro con i missionari ambrosiani. In quell’occasione il Cardinale ha posto l’accento su due caratteristiche di San Carlo: «In primo luogo il suo amore per la gente e per la Chiesa (visitò tre volte tutta la Diocesi) e in secondo luogo l’amore per il Crocifisso. Il suo grande messaggio è stare in mezzo alla gente per la gente. La sua prima missione non è stata andare chissà dove, ma accogliere le persone».
A Venegono, oltre ai 73 Decani, sono invitati i membri del Consiglio episcopale milanese e i responsabili degli Uffici e Servizi di Curia, i rappresentanti dei religiosi, delle religiose e dei laici consacrati presenti nel territorio diocesano. Da lunedì 30 agosto a mercoledì 1 settembre il Seminario di Venegono Inferiore ospiterà la Tre Giorni Decani, tradizionale incontro di inizio anno pastorale presieduto dall’Arcivescovo. È l’occasione per uno sguardo rivolto al nuovo anno, che si aprirà l’8 settembre in Duomo, nella festa della Natività della Beata Vergine Maria.In occasione della Tre Giorni il cardinale Tettamanzi presenterà ai Decani le linee del prossimo cammino della Chiesa ambrosiana. L’anno sarà caratterizzato dall’approfondimento della figura di San Carlo Borromeo nel quarto centenario della sua canonizzazione, punto di partenza per «sottolineare con forza la vocazione quotidiana dei cristiani alla santità», come ha spiegato lo stesso Arcivescovo nel recente incontro con i missionari ambrosiani. In quell’occasione il Cardinale ha posto l’accento su due caratteristiche di San Carlo: «In primo luogo il suo amore per la gente e per la Chiesa (visitò tre volte tutta la Diocesi) e in secondo luogo l’amore per il Crocifisso. Il suo grande messaggio è stare in mezzo alla gente per la gente. La sua prima missione non è stata andare chissà dove, ma accogliere le persone».A Venegono, oltre ai 73 Decani, sono invitati i membri del Consiglio episcopale milanese e i responsabili degli Uffici e Servizi di Curia, i rappresentanti dei religiosi, delle religiose e dei laici consacrati presenti nel territorio diocesano.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi