Fino a martedì 1 giugno ancora aperte le iscrizioni alla grande festa in programma allo Stadio Meazza. Attesi 50 mila partecipanti. Offerte a favore di una radio in Congo

di Mario PISCHETOLA
Redazione

C’è ancora tempo fino a martedì 1 giugno per le iscrizioni (presso la Libreria In dialogo, via Sant’Antonio 5 – tel. 02.58391348) e poi sarà festa allo Stadio Meazza di San Siro per l’Incontro diocesano dei ragazzi della Cresima con l’Arcivescovo.
Mercoledì 2 giugno i cancelli dello Stadio apriranno alle 15. La celebrazione con il Cardinale inizierà alle 17 (il termine è previsto per le 18), ma prima è in programma l’animazione che, dal campo, coinvolgerà i 50 mila partecipanti attesi. Sugli spalti i cresimandi, i loro genitori e padrini e i catechisti indosseranno il pettorale del colore corrispondente alla propria zona pastorale. I tre anelli di San Siro saranno suddivisi in sette aree corrispondenti alle Zone pastorali della Diocesi, ciascuna con il suo colore tradizionale. Agli accessi dello stadio grossi cartelli del colore della Zona indicheranno il percorso per raggiungere i propri posti. Il cartoncino della celebrazione (distribuito insieme al pettorale all’atto dell’iscrizione) fungerà da pass d’ingresso.
Dopo il momento dell’animazione, guidato da duecento animatori in maglietta rossa, sarà la volta degli ottocento figuranti, che daranno vita alle coreografie che scandiranno i temi e le parole della preghiera con l’Arcivescovo. Le figurazioni sono affidate ad adolescenti volontari degli oratori che in queste settimane si sono preparati per comporre i diversi puzzle che rendono suggestiva e unica la celebrazione.
Il Cardinale presiederà la preghiera al centro del campo e sarà accompagnato dai vescovi ausiliari e dai vicari episcopali, che in questi mesi stanno amministrando il sacramento della Confermazione in ogni comunità della diocesi.
L’incontro del 2 giugno si colloca al termine del cammino dei Centogiorni cresimandi che arricchisce la catechesi in vista della Cresima con un taglio di animazione che fa riferimento al tema dell’anno oratoriano in corso, “C’è di più”. C’è ancora tempo fino a martedì 1 giugno per le iscrizioni (presso la Libreria In dialogo, via Sant’Antonio 5 – tel. 02.58391348) e poi sarà festa allo Stadio Meazza di San Siro per l’Incontro diocesano dei ragazzi della Cresima con l’Arcivescovo.Mercoledì 2 giugno i cancelli dello Stadio apriranno alle 15. La celebrazione con il Cardinale inizierà alle 17 (il termine è previsto per le 18), ma prima è in programma l’animazione che, dal campo, coinvolgerà i 50 mila partecipanti attesi. Sugli spalti i cresimandi, i loro genitori e padrini e i catechisti indosseranno il pettorale del colore corrispondente alla propria zona pastorale. I tre anelli di San Siro saranno suddivisi in sette aree corrispondenti alle Zone pastorali della Diocesi, ciascuna con il suo colore tradizionale. Agli accessi dello stadio grossi cartelli del colore della Zona indicheranno il percorso per raggiungere i propri posti. Il cartoncino della celebrazione (distribuito insieme al pettorale all’atto dell’iscrizione) fungerà da pass d’ingresso.Dopo il momento dell’animazione, guidato da duecento animatori in maglietta rossa, sarà la volta degli ottocento figuranti, che daranno vita alle coreografie che scandiranno i temi e le parole della preghiera con l’Arcivescovo. Le figurazioni sono affidate ad adolescenti volontari degli oratori che in queste settimane si sono preparati per comporre i diversi puzzle che rendono suggestiva e unica la celebrazione.Il Cardinale presiederà la preghiera al centro del campo e sarà accompagnato dai vescovi ausiliari e dai vicari episcopali, che in questi mesi stanno amministrando il sacramento della Confermazione in ogni comunità della diocesi.L’incontro del 2 giugno si colloca al termine del cammino dei Centogiorni cresimandi che arricchisce la catechesi in vista della Cresima con un taglio di animazione che fa riferimento al tema dell’anno oratoriano in corso, “C’è di più”. Le offerte per una radio in Congo – I cresimandi non arriveranno allo stadio a mani vuote. All’Incontro del 2 giugno è abbinata una raccolta di fondi per il gesto caritativo-missionario che viene affidato ai ragazzi perché sappiano che ricevere la Cresima significa anche impegnarsi in prima persona a favore dei poveri. I cresimandi 2010 contribuiranno a costruire, con le loro offerte, una radio per la diocesi di Kindu in Congo. La radio avrà l’obiettivo di informare e sensibilizzare i fedeli della diocesi africana, non solo su argomenti di carattere ecclesiale e religioso, ma anche sull’educazione civico-sanitaria e sulla promozione di forme di assistenza sociale e di lotta alla povertà. L’animazione dei Centogiorni prevedeva di entrare nel mondo della comunicazione da protagonisti. La costruzione della radio “missionaria” renderà concreto questo impegno.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi