Nevers, Alen�on, Lisieux e Ars: queste le mete dell'itinerario che farà memoria spirituale di Santa Bernadette, di Santa Teresa di Gesù Bambino e dei suoi genitori (entrambi beati) e del Santo Curato d'Ars, proprio all'inizio dell'anno sacerdotale

Massimo PAVANELLO Responsabile Servizio per la Pastorale del turismo
Redazione

Il cardinale Dionigi Tettamanzi presiederà l’Eucarestia, a Lisieux, per la prima memoria liturgica dei beati Luigi e Zelia Martin. Lo farà il prossimo 12 luglio, giorno esatto in cui i coniugi si sono sposati 151 anni fa. Si tratta del secondo caso, dopo Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi, di una coppia elevata insieme all’onore degli altari. Una coppia i cui segnali di santità erano stati avvertiti anche da una delle figlie, Santa Teresa di Gesù Bambino, che così ne parla: «Il Signore mi ha dato un padre e una madre più degni del cielo che della terra. Ho avuto la felicità di appartenere a genitori senza eguali». «Dio mi ha fatto nascere in una terra santa».
La stessa terra ricca di figure di santi, quindi, sui quali l’Arcivescovo di Milano mediterà, accompagnato da un gruppo significativo di persone composto dai responsabili diocesani di diversi uffici oltre che da semplici pellegrini. Il viaggio in Francia, infatti, si svolgerà dal 10 al 14 luglio e toccherà anche Ars, all’inizio dell’anno sacerdotale, oltre che alcune città di pregio spirituale e artistico.
La prima tappa, venerdì 10, è prevista, al Santuario di Paray-le-Monial dove sarà celebrata una Messa e dove si ascolterà una catechesi – tenuta da don Domenico Sguaitamatti – a partire dagli elementi di arte e fede offerti dalla basilica.
Sabato 11 luglio invece la mattinata sarà dedicata a S. Bernadette. Il monastero di Nevers, luogo dove la Santa di Lourdes ha vissuto i suoi ultimi anni, accoglierà il gruppo milanese offrendo spunti di particolare riflessione legati anche alla memoria del grande pellegrinaggio che la diocesi ha tenuto lo scorso anno proprio nella cittadina santa dei Pirenei.
Dopo Nevers, Alençon. Sarà questa l’ulteriore tappa del viaggio. Una visita alla casa natale di S. Teresa, restaurata e inaugurata proprio all’inizio dello scorso maggio, aiuterà i milanesi ad avvicinarsi spiritualmente a Lisieux. I coniugi Francesca e Alfonso Colzani, responsabili dell’Ufficio famiglia della diocesi milanese, terranno lì una testimonianza.
La domenica successiva sarà interamente dedicata alle celebrazioni programmate dalla diocesi di Bayeux per la prima festa liturgica dei beati Martin: messa con l’Arcivescovo di Milano, possibilità di visita dei luoghi dove ha vissuto la famiglia e un incontro, dopo cena, con il cardinale Tettamanzi, per condividere le emozioni dell’intera esperienza.
L’indomani, dopo una tappa alla basilica di Vézelay, patrimonio mondiale dell’Unesco, il gruppo raggiungerà Ars. Le lodi in santuario, con una testimonianza di don Franco Roggiani, prete ambrosiano, e la messa concluderanno il viaggio condotto all’insegna dei temi legati alla famiglia e al sacerdozio.
Nevers, Alençon, Lisieux, Ars: queste le mète del pellegrinaggio. Il viaggio sarà in pullman (euro 560).
Per iscrizioni: Duomo Viaggi (tel. 02.72599370 – duomoviaggi@duomoviaggi.it).
Programma dettagliato su www.chiesadimilano.it/turismo. Il cardinale Dionigi Tettamanzi presiederà l’Eucarestia, a Lisieux, per la prima memoria liturgica dei beati Luigi e Zelia Martin. Lo farà il prossimo 12 luglio, giorno esatto in cui i coniugi si sono sposati 151 anni fa. Si tratta del secondo caso, dopo Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi, di una coppia elevata insieme all’onore degli altari. Una coppia i cui segnali di santità erano stati avvertiti anche da una delle figlie, Santa Teresa di Gesù Bambino, che così ne parla: «Il Signore mi ha dato un padre e una madre più degni del cielo che della terra. Ho avuto la felicità di appartenere a genitori senza eguali». «Dio mi ha fatto nascere in una terra santa».La stessa terra ricca di figure di santi, quindi, sui quali l’Arcivescovo di Milano mediterà, accompagnato da un gruppo significativo di persone composto dai responsabili diocesani di diversi uffici oltre che da semplici pellegrini. Il viaggio in Francia, infatti, si svolgerà dal 10 al 14 luglio e toccherà anche Ars, all’inizio dell’anno sacerdotale, oltre che alcune città di pregio spirituale e artistico.La prima tappa, venerdì 10, è prevista, al Santuario di Paray-le-Monial dove sarà celebrata una Messa e dove si ascolterà una catechesi – tenuta da don Domenico Sguaitamatti – a partire dagli elementi di arte e fede offerti dalla basilica.Sabato 11 luglio invece la mattinata sarà dedicata a S. Bernadette. Il monastero di Nevers, luogo dove la Santa di Lourdes ha vissuto i suoi ultimi anni, accoglierà il gruppo milanese offrendo spunti di particolare riflessione legati anche alla memoria del grande pellegrinaggio che la diocesi ha tenuto lo scorso anno proprio nella cittadina santa dei Pirenei.Dopo Nevers, Alençon. Sarà questa l’ulteriore tappa del viaggio. Una visita alla casa natale di S. Teresa, restaurata e inaugurata proprio all’inizio dello scorso maggio, aiuterà i milanesi ad avvicinarsi spiritualmente a Lisieux. I coniugi Francesca e Alfonso Colzani, responsabili dell’Ufficio famiglia della diocesi milanese, terranno lì una testimonianza.La domenica successiva sarà interamente dedicata alle celebrazioni programmate dalla diocesi di Bayeux per la prima festa liturgica dei beati Martin: messa con l’Arcivescovo di Milano, possibilità di visita dei luoghi dove ha vissuto la famiglia e un incontro, dopo cena, con il cardinale Tettamanzi, per condividere le emozioni dell’intera esperienza.L’indomani, dopo una tappa alla basilica di Vézelay, patrimonio mondiale dell’Unesco, il gruppo raggiungerà Ars. Le lodi in santuario, con una testimonianza di don Franco Roggiani, prete ambrosiano, e la messa concluderanno il viaggio condotto all’insegna dei temi legati alla famiglia e al sacerdozio.Nevers, Alençon, Lisieux, Ars: queste le mète del pellegrinaggio. Il viaggio sarà in pullman (euro 560).Per iscrizioni: Duomo Viaggi (tel. 02.72599370 – duomoviaggi@duomoviaggi.it).Programma dettagliato su www.chiesadimilano.it/turismo. – «Io, miracolato grazie ai coniugi Martin»

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi