La Bocconi ospita la presentazione del volume "Etica e capitale. Un'altra economia è davvero possibile?", edito da Rizzoli, nel quale l'Arcivescovo riflette sulla "Caritas in veritate"


Redazione

“Caritas in veritate. Un’altra economia è davvero possibile?” è il tema dell’incontro in programma martedì 3 novembre, alle 18, presso l’Aula Magna dell’Università Bocconi (via Röntgen 1, Milano). Al centro dell’incontro, la presentazione del libro Etica e capitale. Un’altra economia è davvero possibile? (Rizzoli), riflessione del cardinale Dionigi Tettamanzi a partire dall’enciclica di Benedetto XVI.
Con questo volume l’Arcivescovo interviene per la prima volta personalmente sui temi toccati dal documento del Papa. È anche l’occasione per sottolineare ulteriormente alcuni “punti fermi” – una diversa idea dell’economia e della finanza, il problema dello sviluppo dei Paesi meno avanzati, il dovere della solidarietà, l’importanza di nuovi stili di vita improntata alla sobrietà – sui quali il Cardinale si è soffermato più volte in questi ultimi mesi, in parallelo con il varo e il successivo consolidamento del Fondo diocesano Famiglia-Lavoro.
All’incontro – organizzato in collaborazione dall’Università Bocconi, dall’Arcidiocesi di Milano e dalla Rizzoli e moderato da Dario Di Vico, editorialista del Corriere della sera – è previsto un articolato e qualificato novero di relatori. Dopo il saluto di Mario Monti, presidente dell’Università Bocconi, introdurrà i lavori il rettore dell’ateneo Guido Tabellini. L’Arcivescovo prenderà la parola una prima volta per presentare la Caritas in veritate. Seguiranno gli interventi di Piergaetano Marchetti, prorettore della Bocconi, di Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo, e di Franco Debenedetti, presidente del Cmex. Le conclusioni saranno affidate nuovamente al cardinale Tettamanzi.
Info: Diocesi di Milano (tel. 02.8556240) – Università Bocconi (tel. 02.5836.3021/3023).
Iscrizioni su www.unibocconi.it/eventi “Caritas in veritate. Un’altra economia è davvero possibile?” è il tema dell’incontro in programma martedì 3 novembre, alle 18, presso l’Aula Magna dell’Università Bocconi (via Röntgen 1, Milano). Al centro dell’incontro, la presentazione del libro Etica e capitale. Un’altra economia è davvero possibile? (Rizzoli), riflessione del cardinale Dionigi Tettamanzi a partire dall’enciclica di Benedetto XVI.Con questo volume l’Arcivescovo interviene per la prima volta personalmente sui temi toccati dal documento del Papa. È anche l’occasione per sottolineare ulteriormente alcuni “punti fermi” – una diversa idea dell’economia e della finanza, il problema dello sviluppo dei Paesi meno avanzati, il dovere della solidarietà, l’importanza di nuovi stili di vita improntata alla sobrietà – sui quali il Cardinale si è soffermato più volte in questi ultimi mesi, in parallelo con il varo e il successivo consolidamento del Fondo diocesano Famiglia-Lavoro.All’incontro – organizzato in collaborazione dall’Università Bocconi, dall’Arcidiocesi di Milano e dalla Rizzoli e moderato da Dario Di Vico, editorialista del Corriere della sera – è previsto un articolato e qualificato novero di relatori. Dopo il saluto di Mario Monti, presidente dell’Università Bocconi, introdurrà i lavori il rettore dell’ateneo Guido Tabellini. L’Arcivescovo prenderà la parola una prima volta per presentare la Caritas in veritate. Seguiranno gli interventi di Piergaetano Marchetti, prorettore della Bocconi, di Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo, e di Franco Debenedetti, presidente del Cmex. Le conclusioni saranno affidate nuovamente al cardinale Tettamanzi.Info: Diocesi di Milano (tel. 02.8556240) – Università Bocconi (tel. 02.5836.3021/3023).Iscrizioni su www.unibocconi.it/eventi

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi