Le celebrazioni della famiglia, della vita, della solidarietà e del malato hanno un "volto unitario" stabilito dall'Arcivescovo perché unico è il mistero dell'amore suscitato e comunicato dal dono di Dio

Eros MONTI Vicario episcopale per la Vita sociale
Redazione

Tra le prospettive aperte dall’attuale Percorso pastorale in grado di conseguire influssi al di là dell’anno in corso, vi è certamente la proposta concernente le “Giornate” poste in calendario in rapida successione tra l’ultima domenica di gennaio e l’11 febbraio. L’Arcivescovo propone una modalità unitaria di celebrazione di queste quattro Giornate (famiglia, vita, solidarietà e del malato), come pure una corrispondente “pastorale di insieme” concernente gli ambiti riferiti alle Giornate stesse, chiamata ad approfondirsi fino a divenire prassi condivisa e costante delle nostre comunità.
«Chiedo anzitutto – scrive il cardinale Tettamanzi nel Percorso pastorale – che la Festa della Famiglia e le Giornate per la Vita, della Solidarietà e del Malato ritrovino sempre più, a partire da questo Percorso e dal comune cammino di “pastorale d’insieme”, un volto unitario, così che ciascuna Giornata faccia trasparire un aspetto della celebrazione dell’unico mistero dell’amore suscitato e comunicato dal dono di Dio: quel dono che fa sì che gli sposi si uniscano per sempre nel suo Nome, diventino coppia feconda, siano solidali e possano sperimentare la solidarietà dei fratelli e della comunità civile, manifestando inoltre cura particolare per chi vive il tempo della malattia e della fragilità». Tra le prospettive aperte dall’attuale Percorso pastorale in grado di conseguire influssi al di là dell’anno in corso, vi è certamente la proposta concernente le “Giornate” poste in calendario in rapida successione tra l’ultima domenica di gennaio e l’11 febbraio. L’Arcivescovo propone una modalità unitaria di celebrazione di queste quattro Giornate (famiglia, vita, solidarietà e del malato), come pure una corrispondente “pastorale di insieme” concernente gli ambiti riferiti alle Giornate stesse, chiamata ad approfondirsi fino a divenire prassi condivisa e costante delle nostre comunità.«Chiedo anzitutto – scrive il cardinale Tettamanzi nel Percorso pastorale – che la Festa della Famiglia e le Giornate per la Vita, della Solidarietà e del Malato ritrovino sempre più, a partire da questo Percorso e dal comune cammino di “pastorale d’insieme”, un volto unitario, così che ciascuna Giornata faccia trasparire un aspetto della celebrazione dell’unico mistero dell’amore suscitato e comunicato dal dono di Dio: quel dono che fa sì che gli sposi si uniscano per sempre nel suo Nome, diventino coppia feconda, siano solidali e possano sperimentare la solidarietà dei fratelli e della comunità civile, manifestando inoltre cura particolare per chi vive il tempo della malattia e della fragilità». La traccia tematica Quanto alla prospettiva unitaria di celebrazione delle Giornate, il Settore per la Vita Sociale della diocesi, particolarmente interpellato dal diretto coinvolgimento negli ambiti pastorali che lo riguardano, ha predisposto una traccia tematica per accompagnare il lavoro delle nostre comunità che prevede una scansione illustrata da una apposita locandina.Si tratta della declinazione del tema proposto dalla terza tappa del presente Percorso pastorale, Famiglia diventa anima del mondo, nella prospettiva peculiare di ciascuna Giornata. A inaugurare il breve tracciato è la Festa diocesana della famiglia dal titolo “Famiglia, apri le tue porte” (domenica 25 gennaio). La XXXI Giornata per la vita dal titolo “Famiglia, ama e servi la vita” sarà invece domenica 1° febbraio. La Giornata diocesana della solidarietà sul tema “Famiglia, costruisci un mondo solidale” sarà domenica 8 febbraio. Infine, la Giornata mondiale del malato dal titolo “Famiglia, promuovi la cura della salute” sarà mercoledì 11 febbraio.Allo scopo di favorirne la fruizione e la mediazione pastorale, il Settore stesso mette a disposizione delle nostre comunità cristiane un apposito sussidio, nato dalla collaborazione tra i componenti il Settore (Servizio per la Famiglia, Servizio per la Vita Sociale e il Lavoro, Servizio per la Pastorale della Salute e Segreteria per la Formazione all’Impegno Sociale e Politico) con l’intento di offrire alcuni spunti essenziali per favorire la preghiera, la riflessione e alcuni gesti espressivi a partire dal tema prescelto per ciascuna Giornata.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi