Sabato 21 febbraio, alle 18, il cardinale Tettamanzi presiederà la messa vigiliare nella quale si pregherà per il parroco morto durante un'escursione sul Resegone, «giovane, serena e umile presenza sacerdotale, interrotta tragicamente nel 25° anno di ministero pastorale». Domenica alle 15 i funerali

Mauro COLOMBO

Le comunità di San Sebastiano a Noviglio e di Santa Maria Assunta a Vernate (Milano) sono in lutto per l’improvvisa scomparsa del parroco dell’unità pastorale don Enrico Fumagalli, 48 anni, morto ieri nel primo pomeriggio sul Monte Resegone.
Il sacerdote stava percorrendo in discesa un sentiero in località Pian Serada, a quota 1800 metri. Aveva appena incontrato un altro escursionista che procedeva in senso contrario al suo, quando è scivolato sul ghiaccio ed è precipitato per 150 metri in fondo a un canalone. I soccorsi, allertati dall’altro escursionista, hanno rinvenuto il sacerdote, ma non hanno potuto far altro che accertarne il decesso e recuperarne il corpo con l’ausilio di un elicottero.
Appassionato di montagna, don Fumagalli aveva il Resegone tra le sue mète preferite. Nativo di Casatenovo (Lc), era stato ordinato nel 1984. Il suo primo incarico era stato quello di vicario parrocchiale a San Martino a Vergiate. Nel 1993 si era spostato a Monza, a San Carlo. Nel 2000 era stato nominato parroco a Vernate e, dopo un periodo quale amministratore parrocchiale a Noviglio (2002-2003), nel 2003 aveva assunto la guida anche della comunità di San Sebastiano. Proprio il giorno prima quello dell’incidente, aveva partecipato con i suoi compagni di Seminario a una giornata di ritiro spirituale in preparazione al 25° di ordinazione.
Don Enrico lascia la madre e due sorelle, residenti a Casatenovo, e un fratello religioso nella congregazione di Charles de Foucauld ad Assisi. A Noviglio ieri sera è stata celebrata una messa di suffragio.
L’Arcivescovo e il Consiglio episcopale, insieme a tutto il presbiterio diocesano, «ricordano con affetto la sua giovane, serena e umile presenza sacerdotale, interrotta tragicamente nel 25° anno di ministero pastorale speso al servizio della Chiesa ambrosiana» e invitano i fedeli a unirsi nella preghiera di suffragio.
Domani pomeriggio, alle 18, nella chiesa parrocchiale dello Spirito Santo a Santa Corinna (frazione di Noviglio), il cardinale Tettamanzi presiederà la messa vigiliare a suffragio di don Enrico. I funerali del sacerdote saranno invece celebrati domenica 22 febbraio, alle 15, sempre nella parrocchia dello Spirito Santo. Saranno presieduti da monsignor Mario Delpini, vescovo ausiliare e vicario episcopale di zona, in rappresentanza dell’Arcivescovo che proprio in quelle ore sarà impegnato nella visita pastorale al decanato “Navigli”.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi