Il cardinale Tettamanzi parteciperà a un incontro commemorativo e presiederà la messa. Nell'occasione si ricorderà anche il decimo anniversario dalla morte del fondatore, monsignor Francesco Pedretti

Carlo ROSSI
Redazione

Il Centro orientamento educativo (Coe) di Barzio, associazione di laici cristiani impegnati in Italia e in altri Paesi del mondo, nel 2009 compie il 50° di attività e ricorda anche il decimo anniversario dalla morte del suo fondatore, monsignor Francesco Pedretti.
Per l’occasione l’associazione ha organizzato nei giorni scorsi un convegno internazionale sul tema “Da una scelta profetica, un futuro possibile”, aperto a soci, amici e collaboratori italiani e a responsabili e collaboratori dei vari Paesi del mondo nei quali il Coe è impegnato. Obiettivo del convegno, individuare le prospettive per un impegno futuro, capace di rispondere alle esigenze di società nuove, nella fedeltà ai valori che hanno dato vita all’esperienza del Coe.
Domenica 19 luglio, alle 16, anche il cardinale Dionigi Tettamanzi sarà al Coe; poi, alle 17.30, presiederà la celebrazione eucaristica nella chiesa parrocchiale di Barzio.
Altre iniziative sono in programma l’8 agosto a Santa Caterina Valfurva (“Cinquant’anni di presenza del Coe in Valfurva”) e a settembre in Valsassina (incontro con le comunità della Valle). Il 9-10-11 ottobre, infine, durante il Sinodo dei Vescovi africani a Roma, è previsto un pellegrinaggio nella capitale e un incontro con i presuli di quel continente con cui il Coe collabora. Il Centro orientamento educativo (Coe) di Barzio, associazione di laici cristiani impegnati in Italia e in altri Paesi del mondo, nel 2009 compie il 50° di attività e ricorda anche il decimo anniversario dalla morte del suo fondatore, monsignor Francesco Pedretti.Per l’occasione l’associazione ha organizzato nei giorni scorsi un convegno internazionale sul tema “Da una scelta profetica, un futuro possibile”, aperto a soci, amici e collaboratori italiani e a responsabili e collaboratori dei vari Paesi del mondo nei quali il Coe è impegnato. Obiettivo del convegno, individuare le prospettive per un impegno futuro, capace di rispondere alle esigenze di società nuove, nella fedeltà ai valori che hanno dato vita all’esperienza del Coe.Domenica 19 luglio, alle 16, anche il cardinale Dionigi Tettamanzi sarà al Coe; poi, alle 17.30, presiederà la celebrazione eucaristica nella chiesa parrocchiale di Barzio.Altre iniziative sono in programma l’8 agosto a Santa Caterina Valfurva (“Cinquant’anni di presenza del Coe in Valfurva”) e a settembre in Valsassina (incontro con le comunità della Valle). Il 9-10-11 ottobre, infine, durante il Sinodo dei Vescovi africani a Roma, è previsto un pellegrinaggio nella capitale e un incontro con i presuli di quel continente con cui il Coe collabora.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi