Redazione

Sarà il vicario episcopale di zona, monsignor Luigi Stucchi, a portare il saluto di tutto il Varesotto alle cinque suore di Maria Bambina che lasciano la Sacra Famiglia di Cocquio Trevisago. Una presenza laboriosa e qualificata che si prodiga da quasi 40 anni, da quando cioè l’Istituto di Cesano Boscone scelse la villa ottocentesca nell’Alto Varesotto come casa di vacanze per gli ospiti del centro, disabili gravi e gravissimi, oppure orfani. In questi ultimi anni la diminuzione del numero di religiose della congregazione ha fatto sì che le suore di Cocquio fossero richiamate per mettersi a disposizione altrove. Il ringraziamento alle suore sarà espresso da monsignor Stucchi, che giovedì 16 aprile, alle 15.30 celebrerà una messa al centro di Cocquio insieme a monsignor Enrico Colombo, presidente della Sacra Famiglia. (M.T.A.) Sarà il vicario episcopale di zona, monsignor Luigi Stucchi, a portare il saluto di tutto il Varesotto alle cinque suore di Maria Bambina che lasciano la Sacra Famiglia di Cocquio Trevisago. Una presenza laboriosa e qualificata che si prodiga da quasi 40 anni, da quando cioè l’Istituto di Cesano Boscone scelse la villa ottocentesca nell’Alto Varesotto come casa di vacanze per gli ospiti del centro, disabili gravi e gravissimi, oppure orfani. In questi ultimi anni la diminuzione del numero di religiose della congregazione ha fatto sì che le suore di Cocquio fossero richiamate per mettersi a disposizione altrove. Il ringraziamento alle suore sarà espresso da monsignor Stucchi, che giovedì 16 aprile, alle 15.30 celebrerà una messa al centro di Cocquio insieme a monsignor Enrico Colombo, presidente della Sacra Famiglia. (M.T.A.)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi