4950 - per_appuntamenti
Redazione Diocesi

La�parrocchia di Inzago propone una rassegna culturale che quest’anno avrà come tema-guida la speranza.

Si tratta di una proposta pensata per il periodo quaresimale, che coinvolge tutta la comunità e il territorio locale, con una risposta di pubblico sempre molto importante.

Tre serate, il 17-24-31 marzo, in cui proveremo a raccontare la realtà da un “altro” punto di vista, cercando segni di speranza laddove invece sembra prevalere disperazione e pessimismo: si va dal racconto del dramma della Thyssen da parte di un operaio sopravvissuto alla tragedia, alla testimonianza di Gemma Calabresi, vedova del commissario, da trent’anni impegnata silenziosamente nella ricerca di una riconciliazione giusta, passando per un confronto a due sulle cause della crisi (economica e non solo) e sugli scenari che richiedono più etica e più responsabilità da parte di tutti.

Due parole sull’iniziativa: negli anni scorsi hanno partecipato personaggi come Gherardo Colombo, Beppe Del Colle, Ernesto Olivero, Liliana Segre, Khaled Fouad Allam, i ragazzi di Locri. Ciascuno chiamato a parlare, a seconda dei temi scelti, di legalità, pace, Shoah, Islam. Grandi temi che, di volta in volta, vengono declinati a seconda delle circostanze.

Gli incontri si svolgono nella sala del cinema parrocchiale di Inzago (Mi), che contiene circa 400 posti.
� Programma completo La�parrocchia di Inzago propone una rassegna culturale che quest’anno avrà come tema-guida la speranza. Si tratta di una proposta pensata per il periodo quaresimale, che coinvolge tutta la comunità e il territorio locale, con una risposta di pubblico sempre molto importante. Tre serate, il 17-24-31 marzo, in cui proveremo a raccontare la realtà da un “altro” punto di vista, cercando segni di speranza laddove invece sembra prevalere disperazione e pessimismo: si va dal racconto del dramma della Thyssen da parte di un operaio sopravvissuto alla tragedia, alla testimonianza di Gemma Calabresi, vedova del commissario, da trent’anni impegnata silenziosamente nella ricerca di una riconciliazione giusta, passando per un confronto a due sulle cause della crisi (economica e non solo) e sugli scenari che richiedono più etica e più responsabilità da parte di tutti. Due parole sull’iniziativa: negli anni scorsi hanno partecipato personaggi come Gherardo Colombo, Beppe Del Colle, Ernesto Olivero, Liliana Segre, Khaled Fouad Allam, i ragazzi di Locri. Ciascuno chiamato a parlare, a seconda dei temi scelti, di legalità, pace, Shoah, Islam. Grandi temi che, di volta in volta, vengono declinati a seconda delle circostanze. Gli incontri si svolgono nella sala del cinema parrocchiale di Inzago (Mi), che contiene circa 400 posti. � Programma completo

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi