La lunga esperienza e il profondo radicamento del settimanale del decanato

Carlo ROSSI
Redazione

È rimasto l’unico settimanale storico in uscita regolare della diocesi di Milano: parliamo de Il Popolo cattolico di Treviglio, fondato nel 1921 dall’allora prevosto monsignor Ambrogio Portaluppi e che da 88 anni è presente nelle famiglie di Treviglio e del territorio. Dai pochi fogli dei primi anni di vita alle 48-52 pagine di oggi formato tabloid, il periodico (edito dalla parrocchia San Martino) racconta ogni settimana gli aspetti più diversi della vita di Treviglio, affrontando temi religiosi, civili, amministrativi, politici, culturali, sociali, di spettacolo e di sport; presente là dove un argomento diventa problema o situazione da esaminare o esperienza da rivisitare. Il tutto dentro una precisa identità, quella cattolica, ma con uno sguardo amplissimo e pluralista su ogni realtà cittadina, senza preclusioni, con attenzione al rispetto delle persone e al dialogo-confronto, mai alla contrapposizione. Questo ha fatto de Il Popolo cattolico una bandiera apprezzata dalla comunità trevigliese. Diretto da 26 anni dal giornalista Amanzio Possenti, conta su una ottantina di collaboratori, perlopiù volontari, e ha quattro dipendenti fissi. Esce a colori ed è atteso dal pubblico trevigliese (edicola e abbonamento). È rimasto l’unico settimanale storico in uscita regolare della diocesi di Milano: parliamo de Il Popolo cattolico di Treviglio, fondato nel 1921 dall’allora prevosto monsignor Ambrogio Portaluppi e che da 88 anni è presente nelle famiglie di Treviglio e del territorio. Dai pochi fogli dei primi anni di vita alle 48-52 pagine di oggi formato tabloid, il periodico (edito dalla parrocchia San Martino) racconta ogni settimana gli aspetti più diversi della vita di Treviglio, affrontando temi religiosi, civili, amministrativi, politici, culturali, sociali, di spettacolo e di sport; presente là dove un argomento diventa problema o situazione da esaminare o esperienza da rivisitare. Il tutto dentro una precisa identità, quella cattolica, ma con uno sguardo amplissimo e pluralista su ogni realtà cittadina, senza preclusioni, con attenzione al rispetto delle persone e al dialogo-confronto, mai alla contrapposizione. Questo ha fatto de Il Popolo cattolico una bandiera apprezzata dalla comunità trevigliese. Diretto da 26 anni dal giornalista Amanzio Possenti, conta su una ottantina di collaboratori, perlopiù volontari, e ha quattro dipendenti fissi. Esce a colori ed è atteso dal pubblico trevigliese (edicola e abbonamento).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi