La Chiesa ambrosiana si racconta. E lo fa in modo nuovo. Per la prima volta domenica 25 novembre, in occasione della Giornata di Avvenire, è uscito "Milano Sette" con un'impostazione rinnovata passando da tre a sei pagine. Un prodotto nuovo, che vuole raggiungere ogni angolo della diocesi per far conoscere il pensiero dell'Arcivescovo, ma anche le esperienze e la vivacità della diocesi e delle parrocchie. Da domenica 13 gennaio "Milano Sette" tornerà stabilmente a sei pagine, il lancio dei giorni scorsi aveva anche lo scopo di presentare ai lettori il nuovo progetto.


Redazione

In occasione della Giornata di “Avvenire” del 25 novembre scorso le pagine di “Milano Sette” sono uscite con un progetto nuovo passando da tre a sei. Ogni domenica a partire dal 13 gennaio 2008 si presenterà così il nuovo inserto a cura dell’Ufficio comunicazioni sociali.

di Luisa Bove

La Chiesa ambrosiana si racconta. E lo fa in modo nuovo. Per la prima volta domenica 25 novembre, in occasione della Giornata di Avvenire, è uscito “Milano Sette” con un’impostazione rinnovata passando da tre a sei pagine. Un prodotto nuovo, che vuole raggiungere ogni angolo della diocesi per far conoscere il pensiero dell’Arcivescovo, ma anche le esperienze e la vivacità della diocesi e delle parrocchie.

Ciò che tante grandi e piccole comunità fanno, resta spesso nascosto, gli sforzi e le energie per trovare formule di annuncio efficaci o per rilanciare cammini di fede rimangono sconosciute. “Milano Sette” vuole riportare alla luce la ricchezza delle iniziative che si svolgono nelle parrocchie, nei decanati e nelle zone pastorali.

Sul primo numero “saggio” lo ha già fatto, dedicando due pagine intere alle zone, mentre in prima pagina, oltre ad annunciare il “Natale degli sportivi”, si affrontava la questione della violenza negli stadi. Ampio spazio è stato dato alla recente Assemblea degli oratori, alla quale è intervenuto il cardinal Tettamanzi, senza dimenticare di presentare anche le proposte di Avvento della Caritas e quelle in Duomo. L’ultima pagina mantiene la sua impostazione tradizionale con notizie e segnalazioni dal mondo della cultura, soprattutto in ambito ecclesiale.

Il rinnovo di “Milano Sette” è una grande scommessa alla quale sia “Avvenire” sia la diocesi credono molto; le pagine escono a cura dell’Ufficio comunicazioni sociali, realizzate dai giornalisti di Itl.

I buoni stampisti – con il responsabile Lorenzo Rota in testa – si sono impegnati a diffondere il quotidiano cattolico che domenica ha raggiunto 800 parrocchie. Dal 13 gennaio “Milano Sette” tornerà stabilmente a sei pagine, il lancio dei giorni scorsi aveva anche lo scopo di presentare ai lettori il nuovo progetto.

Ora il desiderio è che si crei anche un “filo diretto” tra la redazione e le parrocchie, perché queste segnalino le novità e le iniziative esemplari anche per altri che mettono in campo per grandi e piccoli, senza dimenticare il vasto mondo del volontariato che ruota attorno alle comunità ecclesiali svolgendo un prezioso servizio sul territorio.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi